Salta al contenuto principale

Mpa: ufficializzata la nomina di Biancamaria
Rende a coordinatrice regionale

Basilicata

Ufficializzata la nomina di Biancamaria Rende a coordinatrice regionale del'Mpa, il movimento politico fondato dal presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

Biancamaria Rende (in foto) è stata nominata coordinatrice regionale del'Mpa, movimento che in Calabria è federato con Autonomia e diritti, di cui è leader l’ex presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. La nomina di Biancamaria Rende è stata ufficializzata nel corso di una conferenza stampa svoltasi stamattina a Catanzaro alla quale, insieme alla coordinatrice regionale, hanno partecipato Loiero, che dell’Mpa è il coordinatore politico nazionale, e Orlandino Greco, vicesegretario nazionale.
«L'incarico che mi è stato conferito – ha detto Biancamaria Rende – contiene motivazioni importanti e valide. Innanzitutto rappresenta un segnale positivo per il fatto che viene data fiducia ad una donna per il rinnovamento della classe dirigente della Calabria attraverso una maggiore partecipazione femminile alla vita politica. È importante anche il valore di difesa del Mezzogiorno che Mpa ed Autonomia e diritti hanno nel loro Dna ed è significativo anche che questo sia inserito nel progetto del Terzo polo. In un momento come quello attuale di ricostruzione della politica nel nostro Paese è importante privilegiare una logica di centro e moderata incarnata dal Terzo polo in cui credo molto e profonderò il massimo impegno».
«Con la scelta di Biancamaria Rende – ha sostenuto Agazio Loiero – abbiamo mostrato chiaramente la direzione lungo la quale vogliamo marciare, che è quella del rinnovamento . Ciò che a me interessa è tentare di offrire a questa regione, dalla quale ho avuto moltissimo e dopo una sconfitta il cui significato non ho mai sottovalutato, dare il segno che si crea una nuova classe dirigente. Biancamaria Rende è una ricercatrice universitaria che si interessa di fondi strutturali. Io sto sostenendo da tempo che i partiti generalisti che abbiamo conosciuto non ce la fanno più a governare i territori, visto che c'è un divario abnorme tra nord e sud, come ha dimostrato il rapporto Svimez, e sono tutti in crisi. Io ritengo che un partito di territorio può rispondere alla bisogna. Parliamo naturalmente non di un partito che imiti la Lega, dalla quale siamo distanti anni luce, perchè il nostro è un partito di territorio che guarda all’unità del Paese con l’esempio che ci viene dagli Stati Uniti. Ci avviamo a rappresentare una parte della Calabria che vuole fare battaglia politica e che non è soddisfatta di come vanno le cose».
Secondo Orlandino Greco, «la nomina di Biancamaria Rende a coordinatrice regionale dell’Mpa s'inserisce nell’azione di rilancio, grazie anche al lavoro che sta svolgendo da tempo Agazio Loiero, dell’azione politica dell’Mpa nel territorio calabrese. Per noi la Calabria è importante perchè l’Mpa parte dal sud per poi estendersi in ambito nazionale e recuperare quell'unità del Paese che al momento non c'è. E l’unità si recupera se tutti abbiamo le stesse condizioni di partenza e siamo messi nella possibilità di ambire ad essere realmente cittadini di questo Paese. Il sud deve recuperare tanto. Ed in questo senso servono energie giovani preparate e competenti come Biancamaria Rende».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?