Salta al contenuto principale

Lagioia sprona la Bawer
«Adesso ci serve continuità»

Basilicata

L'ala biancazzurra analizza il momento in vista della trasferta di domenica a Chieti (start ore 19). «Dobbiamo correre e difendere con il massimo dell'aggressività»

Tempo di lettura: 
2 minuti 43 secondi

di Piero Quarto
«LA PAROLA d’ordine in questo momento è continuità, ci serve recuperare terreno soprattutto in trasferta». Andrea Lagioia, ala della Bawer Matera punta direttamente sulla sfida di domenica prossima contro il Chieti di coach Sorgentone. Buono il morale in casa materana grazie all’ultimo successo su Recanati ma al contempo la voglia di recuperare in classifica e di ripartire per una posizione di prestigio della graduatoria.
Lagioia sa che la sfida di domenica prossima, inizio alle 19, non sarà affatto semplice: «non abbiamo ancora studiato il nostro avversario ma sappiamo che è una squadra che si poggia sull’ossatura della passata stagione. Hanno un play di grande esperienza come Rajola, hanno tenuto un altro giocatore importante come Feliciangeli oltre al tecnico Sorgentone».
La ricetta della Bawer non potrà essere molto diversa da quella del recente passato. Matera proverà a giocare in velocità, a produrre risultati in difesa, essere pronta a rimbalzo e ripartire. Potrebbe soffrire una squadra fisicamente possente come quella abruzzese ma di certo ha dalla sua la velocità come arma da provare a sfruttare in qualsiasi momento. «Noi certamente dovremo correre, provare a giocare con aggressività in difesa e poi cercare di velocizzare il gioco per trovare le nostre conclusioni in attacco. Se riusciremo a fare al meglio il nostro gioco credo che potremo fare molto bene.
Mi aspetto una partita difficile contro una squadra che ha in classifica gli stessi punti che abbiamo noi. Una cosa è certa noi andiamo a Chieti con l’obiettivo di vincere».
Un aiuto per raggiungere il risultato pieno lo potranno certamente dare i tifosi che almeno con un pullman e alcune auto seguiranno la squadra a Chieti. «La presenza dei tifosi ci ha sempre dato una mano, siamo sempre riusciti a portare a casa qualcosa. Devo dire che solo a Matera ho visto un pubblico che riesce a seguirti dappertutto.
Quest’anno anche a Trento abbiamo avuto il sostegno di studenti materani che studiavano a Milano e che sono venuti a sostenerci. Sarà molto importante».
Di certo per uscire con un risultato importante da Chieti la Bawer dovrà evitare gli errori degli ultimi minuti con Recanati.
Lagioia prova ad analizzare quanto è successo nell’ultima gara: «direi che abbiamo fatto un’ottima partita soprattutto nei primi due quarti. Siamo andati bene stavolta anche nel terzo parziale in cui abbiamo dato lo scarto più ampio all’avversario.
Sul finale c’è stato un calo. Devo dire che ci sono anche gli avversari e i break possono capitare a favore o contro. Noi forse dovevamo gestire diversamente alcuni palloni, dare più la palla sotto e non cercare solo la conclusione da tre punti come avevamo fatto molto bene con Pavia.
Devo dire che probabilmente in quei minuti finali la stanchezza si fa sentire e forse inconsciamente manteniamo un’ansia che deriva da quello 0-5 iniziale e dalla necessità di non commettere altri errori».
Situazioni e problemi risolvibili che la Bawer dovrà limitare assolutamente domenica pomeriggio contro il Chieti.
La sfida sarà uno spartiacque importante di questo campionato perchè Matera ha bisogno di recuperare al più presto terreno in classifica ed accantonare l’avvio shock. Chieti è avversario alla portata ma che in casa non vorrà fare altri passi falsi. Gli ingredienti giusti per una sfida mozzafiato a cui la Bawer vuole arrivare pronta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?