Salta al contenuto principale

Potenza, dalla Provincia un database
delle aree archeologiche e dei tratturi

Basilicata

Dopo la realizzazione dei portali dedicati ai disabili e al lavoro, è in corso la realizzazione quello culturale. L'archivio telematico rappresenta «una metodologia fondamentale per le politiche turis

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

La Provincia di Potenza realizzerà, in collaborazione con la direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Basilicata, un archivio informatizzato delle aree archeologiche e dei tratturi regi e comunali di interesse culturale, o che presentano un alto fattore di rischio.

Il protocollo d’intesa è stato firmato oggi dal presidente dell’ente provinciale, Piero Lacorazza, e dal direttore per i Beni culturali lucani, Attilio Maurano. Il database, ha spiegato Lacorazza, rientra nel progetto di informatizzazione della Provincia: sono già stati realizzati i portali dedicati ai disabili e al lavoro, ed è in corso di progettazione quello culturale, e «in questo contesto – ha aggiunto – è fondamentale la collaborazione tra le istituzioni per rendere maggiormente efficiente ogni singolo lavoro».

L’archivio telematico, hanno detto Maurano e l’assessore provinciale alla cultura, Francesco Pietrantuono, «non rappresenta solo un aggiornamento utile alle amministrazioni e ai privati» ma anche «una metodologia fondamentale per le politiche turistiche e per i lavori pubblici, perchè in altri casi, come a Roma, è stato dimostrato che un lavoro preventivo di analisi, e quindi il monitoraggio delle aree archeologiche, è in grado di abbassare notevolmente i tempi di realizzazione delle opere».

http://www.facebook.com/pages/Il-Quotidiano-della-Basilicata/14415881228...|14]Visita la nostra pagina Facebook

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?