Salta al contenuto principale

Serie B. Reggina, Remo pronto a sostituire
Foti stoppato da calciopoli

Basilicata

Mentre gli amaranto si preparano alla trasferta di Bergamo, tengono banco le vicende Noif. Foti per la sentenza di Calciopoli potrebbe lasciare il timone al suo vice

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

La Reggina potrebbe perdere per qualche anno, forse più, il suo presidente Lillo Foti, per via della vicenda legata a calciopoli di quattro anni fa. A causa della condanna relativa alla giustizia sportiva, di circa quatto anni fa è stato costretto a passare il testimone a Gianni Remo (in foto) che potrebbe ritornare alla presidenza anche in questa stagione.
Le Noif, infatti, non consentono ai presidenti di mantenere la carica anche se solo condannati in primo grado, ma c'è già un contenzioso, in forza della squalifica al presidente Lotito, massimo dirigente della Lazio, che contesta l'articolo 22 delle stesse NOIF. Il vice Gianni Remo dunque è pronto eventualmente a ritornare sul gradino più alto della società: «Non ne parliamo ancora, c'è la concreta possibilità che le cose cambino, aspettiamo ancora qualche giorno. Per il momento rimango al mio posto di vice, ma anche se dovesse essere necessario un cambio la situazione è diversa da quattro anni fa. Credo che oggi, il presidente Foti abbia solo problemi di firma. Potrebbe, infatti, continuare ad occuparsi della squadra ed a frequentare il calcio». Remo si dichiara pronto a colmare l'eventuale vuoto: «Si, la Reggina avrà sempre una guida, anche in questo buon momento, con la squadra proiettata verso l'alta classifica».
Gli amaranto si preparano comunque ad un impegno difficile: «Si, due gare in trasferta, come Bergamo e Verona, per poi ricevere la visita della Sampdoria, non è un percorso facile, è vero, ma se la squadra risponde bene alle aspettative e riesce a mantenere il ritmo, non perdendo i contatti con le squadre di testa, saremo a buon punto per i nostri programmi». La Reggina si allena a porte chiuse e sulle mosse da opporre all'Albinoleffe c'è il massimo riserbo. Breda può contare su tutti gli elementi in organico non gli resta che saggiare le condizioni fisiche dei suoi giocatori fino a domani, giorno in cui la squadra effettuerà la seduta di rifinitura. Subito dopo partirà alla volta di Bergamo. Mister Breda, invece, incontrerà oggi i giornalisti per riferire sulle condizioni dei giocatori (Campagnacci ha recuperato) e sui probabili convocati che saranno resi noti, come sempre, poco prima della partenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?