Salta al contenuto principale

Catanzaro: nuovo rinvio nell'inizio
del processo "Poseidone"

Basilicata

E' la seconda volta in due mesi che l'inizio del processo su presunti illeciti nella gestione della depurazione in Calabria viene rinviato. La prossima data utile è il 3 febbraio 2012

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Ancora una volta stenta a partire il processo scaturito dall’inchiesta Poseidone su presunti illeciti nella gestione della depurazione in Calabria. A causa di un errore di notifica della fissazione dell’udienza l’inizio del processo, per la seconda volta in due mesi, è stato rinviato e stavolta al 3 febbraio del 2012. Nel processo sono imputate 23 persone tra le quali l’ex presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalloti (in foto), l’ex subcommissario per l’emergenza ambientale in Calabria, Giovambattista Papello, e l’ex assessore all’ambiente della Giunta regionale di centrodestra di Chiaravalloti, Domenico Basile.
Gli imputati sono accusati, a vario titolo di associazione per delinquere, concussione, falsità ideologica, truffa e turbativa della libertà degli incanti. I fatti contestati riguardano essenzialmente l’aggiudicazione di appalti per i depuratori ed altri lavori nel settore della depurazione in Calabria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?