Salta al contenuto principale

Serie B. Reggina, la grinta
di Ciccio De Rose

Basilicata

Con la squalifica di Rizzo l’ex centrocampista del Cosenza, prenota una maglia da titolare: «Non sto nella pelle: spero di giocare e di battere il mio amico Costa»

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

Reggina e Sampdoria sono chimate a sfidarsi per rimanere a contatto con la zona promozione, anche se la squadra di Breda ha un margine di vantaggio rassicurante nei confronti dei blucerchiati, ma non tale da stare del tutto tranquilla.
La Reggina potrebbe riscattare alla grande la sconfitta di Verona allontanando, nello stesso tempo, una delle compagini più pericolose nella corsa alla serie A. Il tecnico amaranto non ha annunciato cambiamenti nella formazione, ma è nell’aria più di un cambiamento Intanto non ci sarà Rizzo per squalifica e Ciccio De Rose, tenuto fuori squadra per alcune settimane, potrebbe rientrare dal primo minuto.
L’ex centrocampista del Cosenza che non ha mai affrontato la Sampdoria, non vede l’ora di giocare: «Sì, non sto nella pelle. Avrei voluto che fosse già sabato, spero di esserci, anche perché mi troverò di fronte Andrea Costa, mio ex compagno e grande amico. Non vedo l’ora di sfidarlo».
De Rose guarda indietro agli errori di Verona: «non abbiamo espresso il nostro gioco migliore. La squadra non è stata viva, soprattutto nel primo tempo. Tornando a giocare in casa dobbiamo fare di tutto per vincere anche se la Sampdoria è una squadra forte. Sta attraversando un periodo difficile ma è sempre una delle rose più temute del campionato. Non dobbiamo concedere spazi, annullando le loro qualità e i loro valori. È una squadra che, se in condizione, può risolvere la partita in dieci minuti». E i tre punti sarebbero davvero importanti per la compagine amaranto, spiega De Rose, «perché aumenteremmo il distacco dalla Samp a 7 punti. Tenere a debita distanza una delle squadre più forti del torneo, sarebbe un affare».
Sul fronte preparazione, oggi, rifinitura in attesa del big match di domani. Nessuno ha potuto carpire le intenzioni di Breda, ma è probabile che l’allenatore, dopo la debacle di Verona, si affidi a qualche giocatore più motivato e in buona forma, per dare una sterzata al campionato.
Oggi, intanto, Breda incontrerà i giornalisti alle ore 12:00 per spiegare i temi della gara di domani. L’allenatore dovrà pensare a come sostituire Rizzo, ma potrebbe cercare anche, un nuovo assetto generale a centrocampo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?