Salta al contenuto principale

Melfi da trasferta
L'incubo non è ancora finito

Basilicata

La rimonta subita a Frattamaggiore contro l'Arzanese mette a nudo i limiti della retroguardia di Rodolfi. Domenica contro l'Aprilia i tre punti diventano un obbligo

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

PRIVO DEI DUE nazionali, Spirito e Gennari, impegnati con la rappresentativa, oggi pomeriggio a Coverciano e attesi al rientro in serata, si è ritrovato ieri al Valerio il Melfi reduce dall'infausto due a due con l'Arzanese, Un punto che ha il sapore della beffa per essere maturato nel finale di gara, con i gialloverdi avanti di due reti. Un grande occasione sprecata che poteva, da un lato cancellare lo zero alla casella delle vittorie esterne, dall'altro dare vigore e risaldare una classifica deficitaria. Il tutto, prima del match con l'Aprilia, ultimo prima della sosta natalizia. Contro i laziali il Melfi deve tornare alla vittoria che manca ormai da quattro turni. Era il 16 novembre scorso, quando i gialloverdi si imposero al Valerio sul Neapolis per 3 reti a 2. Dopo di allora, tre sconfitte ed un pari, quello appunto di domenica scorsa. Rodolfi con la squadra non si è soffermato sulla gara di Frattamaggiore. Lo farà in settimana, quando si dovrà necessariamente parlare di una fase difensiva che fuori casa non va assolutamente bene. I numeri in tal senso sono alquanto eloquenti. Con 20 gol subiti lontano dal Valerio, quella del Melfi è la seconda peggiore difesa esterna del torneo. Solo il Celano con 22 gol subiti, ha fatto peggio. Numeri impietosi, soprattutto se paragonati a quanto avviene nelle gare interne. In casa il Melfi ha subito solamente sette gol, quinta migliore difesa del torneo, relativamente alle partite giocate davanti al pubblico amico. Da considerare che in questa speciale graduatoria vi è il Lamezia, che precede il Melfi con sei gol subiti e deve giocare ancora il recupero con il Catanzaro. Una differenza di rendimento incredibile, spiegabile con uno spiccato difetto di personalità e anche con un atteggiamento tattico che evidentemente in alcune partite esterne necessita di correzioni. Se infatti una squadra non è capace di difendere, lo è sia in casa che in trasferta, non solamente quando gioca fuori, come purtroppo sta accadendo a questo Melfi. Problemi temperamentali e di carattere che stanno limitando il rendimento di una squadra che ha tutte le qualità per salvarsi. Nel frattempo al Valerio sono iniziati i lavori per la sostituzione dei fari con l'impianto che sarà portato a norma entro fine anno. Uno sforzo che consentirà allo stadio federiciano di poter essere in grado a norma di regolamento di ospitare eventualmente gare in notturna.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?