Salta al contenuto principale

De Cesare al Salerno Calcio
A 40 anni profeta in patria

Basilicata

L'ex attaccante di Potenza e Pisticci lascia la Battipagliese, sposa il progetto di Claudio Lotito e torna per la quarta volta in carriera a difendere i colori della sua città.

Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

ADESSO c'è anche l'ufficialità, a confermare le indiscrezioni che si rincorrevano già da qualche giorno. Ciro De Cesare è il nuovo attaccante del Salerno Calcio, già stamattina si è allenato con i compagni sul campo di Fratte mettendo a segno due reti nella partitella in famiglia. Il toro di Mariconda lascia la Battipagliese, dove aveva iniziato il campionato, e va ad indossare per la quarta volta in carriera la maglia della squadra della sua città. Il tecnico Carlo Perrone potrebbe schierarlo già domenica a Pomezia contro il Monterotondo. Nella prima parte di questa stagione, nel girone calabro-siculo della serie D dove è stata inserita la Battipagliese, De Cesare ha messo a segno ben 12 reti in 15 partite. Implacabile sotto porta, ancora in grado si spostare gli equilibri. In carriera, in più fasi, ha disputato 80 partite in maglia granata (47 sotto la gestione Aliberti, tra il 1997 e il 2000) mettendo a segno in tutto 12 gol. Salerno è la sua patria, dove non è stato sempre profeta. Mai come questa volta ha l'occasione per uscire dall'Arechi con gli allori del vincitore. Ma il passaggio di De Cesare in Basilicata non è stato certo da meteora: nella scorsa primavera,sommando i ruoli di allenatore e giocatore, ha guidato il Pisticci nello sfortunato spareggio play-out di serie D, perso proprio contro la Battipagliese che l'ha accolto qualche mese dopo. Due le esperienze a Potenza: la prima in C1 nella stagione 2007-'08, terminata con il botto del famigerato Potenza - Salernitana che sembrava aver rotto i ponti tra il giocatore, la piazza e la società rossoblu. Le strade però si incrociano nuovamente nell'estate del 2009, con l'arrivo in panchina di Eziolino Capuano. Il binomio dura soltanto fino a gennaio. In totale, per lui, sette gol con la maglia del Potenza Sc in una trentina di presenze. A Pisticci lo ricordano decisamente meglio sul campo che in panchina: per lui 17 reti in gialloble che non sono bastati per la salvezza, ma rimangono a testimonianza di una longevità agonistica di cui non si intravvede la fine. Per il Salerno Calcio l'obiettivo, assolutamente alla portata, è la promozione in Seconda Divisione. L'arrivo di De Cesare consentirà a Perrone di mantenere altissimo il livello della sua prima linea in attesa del rientro di Biancolino, fermo ai box per un guaio muscolare.
Pietro Scognamiglio

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?