Salta al contenuto principale

Pon Sicurezza, in Calabria previsti
due centri per immigrati

Basilicata

Due centri per immigrati sorgeranno in Calabria, a Strongoli e Melicuccà, grazie ai finanziamenti del Pon Sicurezza

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

Il Pon Sicurezza finanzierà la nascita e l’ampliamento di due strutture a sostegno dell’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati. Si tratta di due tipologie diverse ma rientranti entrambe nell’Obiettivo Operativo 2.1 del Programma Operativo Nazionale «Sicurezza per lo sviluppo – Obiettivo Convergenza 2007-2013. Le due proposte rientrano nella tranche di progetti a cui è stato dato il via libera dal Comitato di Valutazione, presieduto dall’Autorità di Gestione, prefetto Nicola Izzo».
La prima struttura, che nascerà nel Comune di Strongoli (Kr) con un finanziamento di quasi 400mila euro, sarà un Centro polifunzionale per immigrati extracomunitari regolari. Grazie all’intervento del Programma gestito dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza e cofinanziato dall’Unione Europea, verrà completamente ristrutturato il primo piano di un edificio su due livelli di proprietà comunale attualmente in condizioni di degrado. A lavori ultimati saranno a disposizione degli immigrati circa 600 metri quadri di struttura coperta e più di 200 metri quadri di terrazzo. All’interno troveranno spazio un’area ricreativa, un laboratorio linguistico e uno multimediale. Ci sarà inoltre un ufficio per l’assistenza socio-psicologica per prevenire fenomeni di disadattamento e disagio. La struttura vuole essere un punto di riferimento per gli immigrati di qualsiasi età e provenienza offrendo loro supporto per problemi sociali e burocratici, ma anche momenti di svago e divertimento.
L'altro intervento è previsto nel comune di Melicuccà dove, grazie ai 350mila euro stanziati dal Pon, verrà riqualificato il Centro di accoglienza per rifugiati che attualmente ospita 12 persone. La proposta presentata dal Comune in provincia di Reggio rientra nell’iniziativa «Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar)» alla quale il Pon, in collaborazione con l’Anci, offre un sostegno finanziario per la riqualificazione o la realizzazione di centri Sprar. La struttura si trova in una zona centrale del paese. Grazie al finanziamento Pon verrà aggiunta una camera da letto, realizzata una lavanderia-stireria e arredati gli spazi comuni come la ludoteca. Dopo i lavori ci saranno 7 camere da letto con servizi igienici, una ludoteca destinata ai bambini residenti nella struttura, una sala studio e formazione per corsi di formazione linguistica, attività di inserimento scolastico, orientamento al lavoro e assistenza legale. Ci sarà inoltre una biblioteca multiculturale, una mensa per gli ospiti e una lavanderia-stireria. La capacità di accoglienza della struttura verrà ampliata e portata complessivamente a 20 posti letto. Verranno inoltre sistemati gli spazi esterni con illuminazione, gazebo e giochi per bambini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?