Salta al contenuto principale

2^ Divisione/B. Vibonese, parla
il portiere De Filippis

Basilicata

Il giovane portiere De Filippis: «Grato alla società, al tecnico e a Martelli per la fiducia e gli insegnamenti»

Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

A 48 ore dalla trasferta campana, il portiere Luca De Filippis analizza il match che ha consegnato alla Vibonese un punto pesante che le consente di chiudere il girone di andata con tre lunghezze di vantaggio rispetto alla zona play out: «Abbiamo disputato una buona partita, rischiando poco e sfiorando pure la rete del vantaggio. Siamo andati in Campania a giocarcela, senza fare calcoli contro un'Aversa che soprattutto in casa ha un ruolino da primato. L'obiettivo minimo era la conquista del pareggio e l'abbiamo ottenuto».
Il giovane numero uno rossoblù si è ripreso la maglia da titolare: «Siamo relativamente soddisfatti - sottolinea De Filippis - perché da un lato c'è la soddisfazione di aver risalito la china dopo un avvio difficile. Dall'altro ci resta pure il rammarico per qualche punto gettato via malamente, per episodi sfortunati o per degli errori che, tuttavia, fanno parte del gioco. Per centrare la salvezza occorrerà ancora soffrire e dare di più, però il gruppo crede nell'obiettivo e pure lo staff tecnico, che ci è di costante aiuto. Si lavora tutti assieme nell'interesse della Vibonese».
De Filippis traccia poi un personale bilancio: «sono contento di far parte di questa squadra e ringrazio la società per avermi dato la possibilità di giocare nei professionisti e lo staff tecnico per la fiducia. Credo di aver fatto la mia parte e sono qui per imparare, perché so di poter fare ancora meglio e di poter migliorare in tante cose. Ho commesso qualche errore che conto di non ripetere nella seconda parte del campionato. D'altra parte per me è la prima esperienza nei professionisti e questo girone di andata è stato altamente formativo».
L'estremo difensore rossoblù rivolge un pensiero al collega Saraò e al preparatore dei portieri Martelli: «Con Saraò c'è una sana rivalità. Ci stimiamo e ci rispettiamo e chi sta in panchina è il primo sostenitore di chi va in campo, com'è giusto che sia. Piero Martelli ci sta dando tanto, sotto molteplici aspetti, dal lato tecnico e da quello umano e non posso che ringraziarlo. Con lui si lavora alla grande. C'è uno stimolo continuo ed è sempre prodigo di consigli e di insegnamenti».

Intanto la squadra, che ha ripreso ieri la preparazione lavorerà fino a questo pomeriggio. Oggi, infatti, si conclude questa prima fase sul terreno di S.Onofrio. Quindi, dal 22 al 26 dicembre è previsto un periodo di riposo, per cui il gruppo riprenderà ad allenarsi da martedì 27 fino a giovedì 29. Venerdì 30 dicembre è invece prevista un'amichevole con la Primavera della Reggina al S.Agata e poi altri due giorni di pausa. Corapi e compagni, pertanto, si ritroveranno nel 2012 e riprenderanno il normale ciclo di allenamenti da lunedì 2 gennaio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?