Salta al contenuto principale

S. Giorgio Morgeto. Arma in un capannone
Arrestati padre e due figli

Basilicata

In un capannone in uso all'imprenditore, arrestato assieme ai due figli, è stata scoperta una pistola priva di marca con caricatore inserito e sette cartucce

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

L'imprenditore titolare di una ditta di autotrasporti, Michele Raffa, di 67 anni, ed i due figli, Giorgio e Michele Salvatore, di 41 e 19 anni, sono stati arrestati dai carabinieri a San Giorgio Morgeto (Rc), con l’accusa di detenzione abusiva d’arma e munizioni e ricettazione.
Gli arresti sono scaturiti da una perquisizione eseguita dai militari della Compagnia di Taurianova in un capannone in uso all’impresa di cui è titolare Michele Raffa che ha portato al ritrovamento, nascosta in una cassetta di plastica ed avvolta in uno straccio, di una pistola priva di marca con caricatore inserito e sette cartucce. Nello stesso nascondiglio i carabinieri hanno trovato altre 45 cartucce per pistola.
La perquisizione che ha portato al ritrovamento della pistola e delle cartucce è stata fatta su delega della Procura della Repubblica di Torino nell’ambito di un’inchiesta su alcune persone collegate alla cosca Facchineri della 'ndrangheta. L'inchiesta della Procura di Torino riguarda anche la provincia di Bologna. I tre arrestati sono stati portati nel carcere di Palmi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?