Salta al contenuto principale

Serie D/I. Cosenza, non omologata
la gara con l'Adrano

Basilicata

Giallo di fine anno in casa rossoblù. I siciliani punterebbero su una presunta irregolarità nel tesseramento di Marano. Il Cosenza preannuncia il reclamo

Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

Due allenamenti oggi per i lupi in vista dello stop natalizio per riuscire ad arrivare ai sei punti che la distanziano dall’Hinterreggio. Ma su Cosenza si è abbattuta anche una tegola, ovvero il giudice sportivo non ha omologato il risultato della gara Cosenza-Adrano per un preannuncio di reclamo della società catanese. La gara contro i siciliani nel secondo tempo ha avuto dei risvolti di cronaca molto accesi, con diversi espulsi, uno dal campo e due dalla panchina, compreso l’allenatore Pippo Strano. E anche negli spogliatoi sembrerebbe che il clima non sia stato dei migliori e che l’arbitro, nell’espellere un giocatore siciliano dalla panchina per uno spintone a Potestio, non abbia segnato l’identità dello stesso (Scalia), dirigendosi verso lo spogliatoio siciliano per sapere chi avesse espulso. Da alcune fonti però, si apprende che l’Adrano avrebbe immaginato una irregolarità che riguarda il neo arrivato Andrea Marano. L’interpretazione sarebbe legata ad un possibile svincolo del giocatore che in realtà, secondo quanto si apprende da fonti Cosenza, si è trasferito dalla squadra di appartenenza, il Pordenone. Ma il Cosenza dovrebbe essere in regola.

SCAMBIO D'AUGURI
Ieri sera, intanto, scambio di auguri del Cosenza calcio al Deep Fashion di piazza XI settembre. Tutta la squadra e una parte dei dirigenti, si sono radunati insieme a giornalisti e addetti ai lavori. Scambio di auguri alla presenza dello staff tecnico di Stefano Fiore e del tecnico Enzo Patania.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?