Salta al contenuto principale

Strage di Genzano; i funerali,
il vescovo all'assassino: «Pentiti»

Basilicata

Alla cerimonia ha partecipato tutto il paese, il sindaco Vertulli e il presidente della provincia di Potenza, Lacorazza

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

Stamani il corteo funebre ha attraversato il paese, dalla chiesa del Sacro cuore, dove ieri era stata allestita la camera ardente, fino alla chiesa di Maria Santissima delle Grazie, dove le bare di Maria Antonietta Di Palma (55 anni) e dei figli Maria Donata (31) e Matteo Menchise (27) sono state accolte da un lunghissimo applauso. Alla cerimonia hanno partecipato anche il sindaco, Pasquale Vertulli, che aveva proclamato il lutto cittadino e che oggi ha indossato la fascia tricolore, e il presidente della Provincia di Potenza, Piero Lacorazza.

«MAI FARSI GIUSTIZIA DA SOLI» - I funerali sono stati celebrati da monsignor Ricchiuti, e dai parroci delle due chiese di Genzano di Lucania, don Gaetano Corbo e don Tommaso Fradusco. Rivolgendosi alla comunità di Genzano di Lucania, il vescovo Ricchiuti ha lanciato un appello affinchè «non accadano mai più queste cose» e «nessuno mai più si faccia giustizia da sè». Poi un invito a Bruscella: «La tua coscienza di uomo e di cristiano ti conduca subito a pentirti».

NON TEMETE - Durante la cerimonia, dal pulpito, una parente delle tre vittime si è rivolta ai familiari di Bruscella, che due giorni fa avevano fatto affiggere dei manifesti dissociandosi e condannando il triplice omicidio: «Non abbiate paura – ha detto - noi siamo persone perbene, non avete nulla da temere». L'uscita delle bare è stata accompagnata da un altro lunghissimo applauso delle migliaia di persone che hanno atteso la fine della cerimonia all’esterno della chiesa.

NARDINO MENCHISE ANCORA SOTTO CHOC - Oggi inoltre in moltissimi hanno portato altri mazzi di fiori davanti alla lavanderia della famiglia Menchise, in via Vulture. Il capofamiglia, Leonardo Menchise, ferito da uno dei colpi sparati dal pensionato con un fucile semi-automatico, è ancora ricoverato all’ospedale San Carlo di Potenza: le sue condizioni fisiche sono in miglioramento, ma è ancora sotto choc.

http://www.facebook.com/pages/Il-Quotidiano-della-Basilicata/14415881228...|14]Visita la nostra pagina Facebook

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?