Salta al contenuto principale

Cosenza, il bilancio dell'attività
del comando provinciale Carabinieri

Basilicata

Il Colonnello Francesco Ferace, Comandante provinciale dei carabinieri di Cosenza, ha illustrato ai giornalisti l'attività dell'Arma durante il 2011

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

«E' stato un anno intenso, e i risultati raggiunti parlano da soli». Così il Colonnello Francesco Ferace (in foto), Comandante provinciale dei carabinieri di Cosenza, che oggi ha incontrato i giornalisti per un breve consuntivo del lavoro svolto e per uno scambio formale di auguri per il nuovo anno.
Ferace ha illustrato con soddisfazione, alcuni dei risultati conseguiti dalle 9 Compagnie operanti in provincia di Cosenza, con 93 stazioni. Ricordate le operazioni «Flesh Market», contro la prostituzione minorile, «Orchi», contro gli abusi ai danni di un disabile, e «Terminator», che di recente ha smantellato le cosche cosentine. Ma anche diverse operazioni antidroga. Nel 2011 sono stati denunciati 18.400 reati, contro i 19.600 denunciati nel 2010. Gli arresti sono stati 1340, in incremento rispetto al 2010. Sottolineato che, a dicembre, in città è stato quasi totalmente eliminato il fenomeno delle rapine, molto presente negli anni passati, grazie ad un dispositivo di controllo continuo messo in atto insieme alla Prefettura e alla Questura. Per il 2012, la priorità sarà data alla cattura dei latitanti, un settore che richiede molto impegno e al quale i militari si stanno dedicando in silenzio ma alacremente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?