Salta al contenuto principale

Sciando precipita in un burrone:
giovane materano ricoverato

Basilicata

L’uso combinato di droga e alcol ha provocato un fuoripista. Un giovane materano di 27 anni che sciava ad Ovindoli, è ricoverato a L'Aquila in prognosi riservata

Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

AVREBBE potuto avere conseguenze ben più gravi la sciata fuoripista sui monti della Magnola a Ovindoli accaduto nel primo pomeriggio di sabato, ad un giovane ventisettenne materano G.C. Il giovane, sotto l'effetto di alcol e di sostanze stupefacenti insieme a un gruppo di amici ha deciso di sfidare la sorte entrando in una pista in quel momento off-limits per ragioni di sicurezza perché scarsamente innevata. Incurante del pericolo, dopo aver scavalcato la recinzione della pista denominata “cucchiaio”, il ventisettenne materano si è lanciato in discesa e dopo alcuni metri è stato protagonista di una pericolosa caduta finita in un burrone prima di battere con violenza la testa. G.C. ha attirato l'attenzione con lamenti di aiuto prima di perdere i sensi. La fortuna ha voluto che le urla siano state udite da un gruppo di sciatori che passavano su una seggiovia e che resisi conto di quanto accaduto hanno prontamente dato l'allarme. Sul luogo dell'incidente, poco innevato, in breve tempo i, sono giunti gli agenti della polizia in servizio e il personale del 118 con l'eliambulanza. La zona impervia ne ha impedito l'atterraggio così i tecnici del soccorso del Cnsas del Cai e il personale medico hanno deciso dopo le prime cure del caso, di verricellare il ferito e trasferirlo immediatamente all'ospedale San Salvatore dell'Aquila. Il disagevole intervento di recupero è stato perfezionato dagli uomini del Servizio Sicurezza e Soccorso in Montagna della Polizia di Stato in servizio presso gli impianti sciistici. Giunto in ospedale, i medici del pronto soccorso dopo averlo sottoposto ad un intervento chirurgico al rene e l'asportazione della milza, non sono riusciti a sciogliere la prognosi che resta riservata per le diverse emorragie interne ed è ricoverato in rianimazione ( ieri è stato fatto risvegliare dal coma farmacologico) con un forte trauma toracico ed una frattura di clavicola. Successivamente gli agenti di polizia hanno recuperato lo zaino del giovane materano rinvenendo tra gli effetti personali circa venti grammi di hashish e marijuana. I successivi esami medico-tossicologici hanno accertato che il giovane aveva assunto della droga e fatto uso di alcol. Il giovane è stato denunciato in stato di libertà all'autorità giudiziaria per detenzione di sostanze stupefacenti e le sostanze stupefacenti sono state poste sotto sequestro. Sull'accaduto sono in corso da parte del posto di polizia del servizio Sicurezza e soccorso in montagna di Ovindoli accertamenti per risalire all'esatta dinamica dell'accaduto ed accertare eventuali ulteriori responsabilità penali dello sciatore. Una brutta avventura per il giovane materano che da una vacanza sulla neve con gli amici, si ritrova in ospedale e dovrà dare conto all'autorità giudiziaria.

Michelangelo Ferrara

http://www.facebook.com/pages/Il-Quotidiano-della-Basilicata/14415881228...|14]Visita la nostra pagina Facebook

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?