Salta al contenuto principale

Serie B. Crotone, emergenza infortuni
Menichini in ansia

Basilicata

Sono sei gli indisponibili, tra problemi fisici e atleti attesi ancora in città dalle ferie. Il tecnico rossoblù annulla la prevista amichevole per evitare rischi

Tempo di lettura: 
2 minuti 36 secondi

In casa Crotone è allarme infortuni e assenze. E così Leonardo Menichini è stato costretto ad annullare l'amichevole in programma col Sersale e 'rimediare' con una partitella tutta in famiglia contro i ragazzi della Primavera che saranno catechizzati a dovere da Galluzzo affinché evitino entrate dure o interventi al limite del consentito. Una decisione scaturita dal fatto che qualcuno non è ancora tornato dalle vacanze (Ristovski e Gabionetta) e anche dal fatto che l'ultima gara contro l'Acri è costata cara a Correia e a Sansone. Il difensore si è fermato in apertura di partita per una fitta accusata all'adduttore, il tornante è stato colpito duro in uno scontro e ha riportato la peggio. Se Correia non dovesse essere recuperato si aprirebbe una vera e propria emergenza in casa rossoblu in quanto Ristovski (l'altro esterno destro) non è ancora rientrato e Florenzi, che in più di qualche occasione è stato utilizzato come difensore di destra, è squalificato. Toccherebbe a Eramo prendere posto in quella zona del campo a meno che Menichini non decida di affidarsi ad uno tra Ligi e Terigi ma ciò facendo rinuncerebbe totalmente alla spinta sulla fascia oltre che a soffrire della lentezza che si verrebbe a creare da quelle parti a meno che non si opti per Mazzotta (o Migliore) in contromano o meglio in contropiede: un sinistro a destra. L'eventuale utilizzo di Eramo aprirebbe un'altra emergenza a centrocampo dove Galardo non è in ottime condizioni e se così fosse non avrebbe il supporto di un cursore abile in fase di rottura. Ci potrebbe essere la carta Loviso ma il bolognese, visto all'opera nelle due amichevoli, non ha dato garanzie. E allora? Un'altra soluzione potrebbe essere quella di arretrare Caetano Calil sulla stessa mediana di Galardo (lo ha già fatto contro il Sassuolo dopo il rosso ad Abruzzese e la sostituzione del capitano) ma anche questa manovra finirebbe col chiudere un buco per aprirne un altro. A chi allora il compito di operare da trequartista? Ciano? De Giorgio? E se Sansone non dovesse recuperare nemmeno lui e con Gabionetta ancora in versione turista, chi opererebbe sulle fasce in attacco? Un bel rebus, non c'è di che, che Menichini dovrà risolvere con qualche invenzione o un colpo di genio. Sembra proprio che il post vacanze sia propria una maledizione per il Crotone. Lo scorso anno si bloccò Abruzzese proprio alla ripresa del campionato, nella stagione di Lerda alla ripresa del campionato erano Gabionetta (sempre in vacanza) e un Mazzarani ko con Galeoto squalificato. E in quella stagione tutto il mese di gennaio fu un massacro per i colori rossoblu al punto che il Crotone in cinque gare racimolò la miseria di un solo punto, frutto del pareggio casalingo a tempo scaduto contro un Cittadella scaturito da una sassata da 35 metri da parte di Mendicino. Insomma c'è qualcosa che va sempre storto in casa Crotone alla ripresa degli allenamenti dopo le vacanze e non si riesce a capire il perché anche se gli allenatori (Lerda e Menichini) e i preparatori (Borelli e Bonatti) sono diversi. Sul fronte mercato si attendono sempre indicazioni dal Padova circa il ritorno di Vantaggiato al Crotone. Ursino è convinto che occorra ancora una settimana per chiudere l’accordo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?