Salta al contenuto principale

Rende, dipendenti del depuratore
consortile in stato d'agitazione

Basilicata

Il depuratore consortile di Coda di Volpe, a Rende serve 19 comuni dell’hinterland cosentino

Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

In stato d'agitazione i dipendenti del depuratore consortile di Coda di Volpe, a Rende (Cs). L'impianto serve Cosenza e altri 19 comuni dell’hinterland. I 37 dipendenti non ricevono lo stipendio da diversi mesi. La Giseco, che gestisce l’impianto, vanta crediti da parte di quasi tutti i comuni consorziati. Il comune di Cosenza ha fatto subito sapere che si impegnerà da subito a versare quanto dovuto. Questo ha per adesso evitato il blocco degli impianti. Ma resta l’agitazione dei lavoratori.
A metà dicembre gli impianti del depuratore furono fatti trovare sigillati da due poderose catene. Il fatto, che sembrava inspiegabile, sarebbe da ricondurre ad una prima protesta di qualche anonimo lavoratore dell’impianto. Il gesto non fu comunque mai rivendicato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?