Salta al contenuto principale

San Carlo, il giallo di Des Dorides

Basilicata

Anche Martorano smentisce sulla partenza di Des Doride, ma non esclude altri incarichi: «Se avesse avuto un nuovo incarico in tasca me l’avrebbe detto. Potrebbero arrivare proposte cui è legittimo amb

Tempo di lettura: 
2 minuti 23 secondi

POTENZA - Dopo il diretto interessato, anche l’assessore alla Sanità, Attilio Martorano ha smentito ieri al Quotidiano l’ipotesi di una imminente partenza del direttore generale dell’ospedale San Carlo di Potenza, Andrea Des Dorides (in foto). Eppure le voci su un nuovo prestigioso incarico che spingerebbero il manager, che del resto in città ancora non ha preso neanche casa, a chiudere presto la parentesi potentina, continuano a essere insistenti. Ieri, anche il consigliere regionale del Pdl, Mario Venezia, è intervenuto sulla questione dando a quella che potrebbe apparire solo una semplice insinuazione quasi il valore di una certezza. Un sostanziale “ve l’avevamo detto”, il rimprovero mosso alla giunta regionale dall’esponente d’opposizione. Come stiano veramente le cose non è semplice capirlo. Ufficialmente - parola di Des Dorides e di Martorano - non ci sarebbero nuovi incarichi in tasca per il direttore generale. Ma la riposta dell’assessore non elimina del tutto i dubbi che già la replica del Dg del San Carlo aveva lasciato intravedere: quella puntualizzazione - «non nell’immediato» - apparirebbe quasi un modo per lasciare la porta aperta a tutte le eventualità. Del resto nell’intervista al Quotidiano Des Dorides aveva detto: «Sono un professionista, quindi se dovessero arrivare nuove proposte sicuramente ci penserei». Insomma, chi si aspettava un no secco, senza se e senza ma, non è stato accontentato. E Martorano, nella sua risposta, ribadisce la stessa linea: «Se ci fosse stato qualcosa di nuovo in vista, sono sicuro che il direttore me ne avrebbe dato notizia. Così di certo non è stato, quindi escludo che le voci diffuse in questi giorni siano fondate». «Ma - aggiunge - so benissimo che Des Dorides è un grande professionista e come tale riceve allettanti proposte alle quali è legittimo ambire». E, a ogni modo, anche se l’esperienza potentina del dg dovesse durare solo per poco, «non si tratterebbe di certo di un fallimento» della logica che ha animato la nomina di un manager che evidentemente poco ha a che fare con la Basilicata. L’assessore, quella logica, la difende senza incertezze: «Il direttore del San Carlo sta facendo un lavoro importante con altrettanti risultati in termini d’innovazione e di cultura manageriale. Sarebbe quanto mai sbagliato asserire che la scelta di puntare su un professionista di elevato profilo, in grado di apportare un importante contributo a livello gestionale, sia stata un fallimento, anche se per un periodo limitato». Questo sempre che la partenza di Des Dorides fosse confermata. Per ora invece l’assessore Martorano preferisce parlare di «voci infondate e soprattutto strumentali» che potrebbero gravemente nuocere alla tenuta del più grande ospedale della regione. «Lavorare in un clima di incertezza - conclude l’assessore - non fa certo bene a nessuno. Ma sono sicuro che un manager con una comprovata esperienza come quella di Des Dorides saprà andare ben oltre i tentativi di strumentalizzazione della questione».

Mariateresa Labanca

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?