Salta al contenuto principale

Ambiente, al Centro Enea, progetto
di ricerca tra Unione Europea e India

Basilicata

Il progetto partirà dall’analisi degli inventari delle attività svolte in Europa ed India per individuare le aree di interesse comune, le carenze e le possibili opportunità di collaborazione.

Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

Il Centro di ricerca Enea di Rotondella (Matera) guiderà il progetto "Sahyog" (Strengthening networking on biomass research and biowaste conversion biotechnology for europe-india integration), per la creazione di reti di collaborazione tra l’Unione europea e l'India sulla produzione di biomasse e la conversione dei rifiuti organici attraverso approcci biotecnologici.

Il progetto – ha reso noto l’Enea – è stato finanziato nell’ambito del settimo programma quadro dell’Unione europea: “Saranno individuati – ha detto la coordinatrice dell’iniziativa, Neeta Sharma – i percorsi per promuovere le nuove tecnologie che guideranno l’Europa e l’India verso un maggiore sfruttamento delle potenzialità delle biotecnologie sia per la produzione di biomassa che per la conversione di rifiuti organici». «Inoltre – ha aggiunto la ricercatrice – le conoscenze acquisite durante l’attività di progetto getteranno le basi per incrementare la collaborazione, e costituiranno la base delle nuove applicazioni per il conseguimento di una bio-economia sostenibile del futuro».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?