Salta al contenuto principale

Petilia Policastro: sbancavano materiale
inerte dal fiume, 2 arresti

Basilicata

L'arresto dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Petilia Policastro, di due petilini per furto aggravato

Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Sono state arrestate con l'accusa di furto aggravato, due persone di Petilia Policastro (Kr). I Carabinieri negli ultimi giorni, a seguito di alcuni servizi perlustrativi, avevano notato un insolito via-vai di camion carichi di materiale inerte in una zona, la località Ceratulla di Petilia Policastro, dove non risultavano essere attivi cantieri di opere pubbliche o private. Da qui l’intuizione investigativa di una possibile attività di illecita relativa alla sottrazione di materiale inerte ai danni di luoghi demaniali pubblici. I militari, hanno così avviato l'attività di osservazione nella zona e i sospetti si sono concretizzati quando i due arrestati, sono stati scoperti mentre, con l’ausilio di un escavatore, scavavano e caricavano su due grossi camion, tonnellate di materiale inerte del greto del fiume Soleo. Una volta intervenuti, i militari hanno accertato che i due soggetti, avevano caricato circa 6 tonnellate di materiale inerte sui due grossi camion, depauperando in maniera consistente l’alveo del fiume, in prossimità della citata località.
I due, Trocino Giuseppe di 36 anni, e Saporito Salvatore di 40, sono finiti in manette per furto aggravato in flagranza di reato unitamente alla violazione di numerose norme riguardanti la legislazione ambientale, per deturpamento di zone sottoposte a vincolo paesaggistico. Sottoposti inoltre a sequestro penale, i tre ingombranti mezzi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?