Salta al contenuto principale

Ferrovie, protesta a Paola contro
i tagli di Trenitalia

Basilicata

Alla manifestazione contro il taglio dei treni dal sud verso il reso dell’Italia partecipano numerosi sindaci e il parlamentare del Pd, Franco Laratta

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

I binari della stazione di Paola, sul tirreno cosentino, sono stati occupati per alcuni minuti da numerosi sindaci e dal parlamentare del Pd, Franco Laratta, nel corso di una manifestazione organizzata contro il taglio dei treni dal sud verso il reso d’Italia. La protesta non ha provocato disagi alla circolazione ferroviaria: «Abbiamo deciso di occupare – ha detto Laratta - in modo simbolico i binari senza creare disagi alla circolazione. Con il taglio attuato da Trenitalia l’Italia è spezzata in due, e questo accade proprio nell’anno in cui abbiamo festeggiato i 150 anni dell’Unità nazionale».
All’iniziativa stanno partecipando venticinque sindaci dei comuni cosentini, rappresentanti della Provincia di Cosenza, il parlamentare del Pd, Franco Laratta, e numerosi viaggiatori. Dopo l’occupazione simbolica dei binari la manifestazione si è spostata nella stazione dove sono state illustrate le motivazioni della protesta.
«Trenitalia – ha proseguito Laratta – ha attuato una politica scellerata cancellando tutti i treni a lunga percorrenza. Sono stati eliminati i treni che viaggiavano durante la notte ed ora ci troviamo nelle condizioni che non esiste più un collegamento diretto con il nord dell’Italia. E' una situazione intollerabile alla quale non escludiamo di poter rispondere anche con una class action. La nostra è una battaglia in favore di un diritto costituzionale che è quello della libertà di movimento».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?