Salta al contenuto principale

Lavello, autotrasportatore
muore carbonizzato

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

LAVELLO - Un inferno di cristallo. Per un autotrasportatore trentacinquenne di Cerignola, Emilio Errico, non c’è stato niente da fare. Le fiamme lo hanno avvolto in poco tempo ed è rimasto carbonizzato. Scenario della tragedia è Lavello. Siamo intorno alle 18.30 di ieri. Sulla strada statale 93 in quel momento c’era poco traffico. Un autoarticolato sbanda clamorosamente in prossimità di una curva, urta contro il guard rail e finisce la sua corsa fuori dalla strada. Si ribalta e in pochissimi minuti prende fuoco. Alcuni automobilisti di passaggio che hanno assistito al terribile incidente si avvicinano alla vettura per prestare soccorso al povero autotrasportatore, ma le fiamme glielo impediscono. Alcuni presi da coraggio si sono avvicinati alla cabina della guida, hanno cercato in tutti i modi di tirarlo fuori, ma non c’è stato niente da fare. Lo hanno praticamente visto morire tra le fiamme incastrato tra le lamiere. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e il personale del 118. Ha collaborato fattivamente anche il personale della protezione civile “Torreardente” di Lavello. C’è voluto diverso tempo per spegnere l’incendio e tirare fuori l’uomo dall’abitacolo. La strada statale è stata chiusa per diverse ore. Secondo una prima ricostruzione l’uomo ha perso il controllo del mezzo per cause ancora in fase di accertamento.

gierre

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?