Salta al contenuto principale

Serie B. Il Crotone deve evitare
passi falsi contro il Varese

Basilicata

Parla il brasiliano Calil : «Col Varese disputeremo una grande gara. Se non dovessimo vincere finiremmo col precipitare in fondo alla classifica»

Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

Nel consueto appuntamento del giovedì, in sala stampa, manca il tecnico del Crotone Leonardo Menichini che ha manifestato l’intenzione di preparare la difficile partita contro il Varese restando lontano dai media. Niente argomenti tecnici dunque, niente domande circa un possibile cambio di modulo o di assetto della formazione che scenderà in campo. Davanti ai microfoni della stampa però, è apparso il brasiliano Caetano Calil, capocannoniere rossoblù e al momento uno dei più continui e positivi della squadra che assieme a tutti i suoi compagni, avrà il compito di cancellare delusioni e arrabbiature delle ultime tre gare di campionato (zero punti su nove a disposizione grazie soprattutto alla sconfitta casalinga contro l’Ascoli e ai due ko di Brescia e Livorno): «Abbiamo preparato questa partita molto importante per noi che veniamo da un brutto momento - afferma il brasiliano Caetano - ma noi tutti siamo consapevoli che faremo una grande partita anche perché se non dovessimo centrare la vittoria finiremo col precipitare in fondo alla classifica per cui non abbiamo altra chance se non quella di vincerla a tutti i costi e cercare di guadagnare posizioni in classifica e riportare tranquillità».
Le tre “batoste” Caetano le commenta così: «E pensare che prima della sconfitta con l’Ascoli stavamo facendo un buon campionato, normale, senza troppe difficoltà. Adesso, con tre sconfitte, abbiamo questa difficoltà soprattutto psicologica per cui ne dobbiamo uscire al più presto da questa fase. Dobbiamo scendere in campo ed essere un po’ più concentrati di come lo siamo stati fino ad ora perché evidentemente non è bastato».
Ci vuole grinta e Calil incita i suoi compagni: «Non credo che in campo abbiamo di queste carenze, almeno io personalmente non ne ho, però diciamo che le cose non stanno andando bene ma facendo i dovuti distinguo credo che tra la gara di Ascoli e Brescia e quella di Livorno la differenza si sia vista perché anche in dieci abbiamo creato tanto e giocato anche meglio di loro. Il gruppo sa cosa deve fare per la prossima partita: dobbiamo mettere tutto, impegno, concentrazione ed essere più cattivi di come lo siamo stati finora e principalmente dobbiamo assolutamente tornare a vincere». Nell’allenamento di ieri erano tutti presenti compreso i nazionali Florenzi e Sansone. Abruzzese accusa un problema muscolare e ieri ha provato ma se ne riparlerà nella giornata di oggi per capire se potrà essere schierato titolare o meno. Il difensore, comunque, è ottimista e farà il massimo per poter essere regolarmente al centro della difesa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?