Salta al contenuto principale

Serie D. Valle Grecanica-Hinterreggio
è una sfida attesa

Basilicata

La squadra di Dima si assicura l’esterno Panetta. Il dg biancazzurro Rappoccio chiede grande concentrazione

Tempo di lettura: 
3 minuti 18 secondi

VALLE GRECANICA
Matteo Panetta, giocatore della Valle Grecanica, classe 1992, con qualche apparizione nel Catanzaro ha firmato, e Ruggiano come esterno mancino alto costituirà un’alternativa in più per Giuseppe Dima (a sinistra). Intanto, la squadra si sta allenando sotto l’occhio vigile del trainer, del preparatore atletico, Carmelo Praticò e di quello dei portieri, Ficara confermando le indicazioni dell’ultimo periodo ovvero che la compagine fisicamente sta molto bene e che ha solo bisogno di un pizzico di fortuna e di convinzione in più per superare un momento difficile e sfortunato e occupare un buon posto in classifica. Tutti a disposizione del tecnico giallorosso per il derby di lunedì contro la prima della classe ad eccezione di Sansone, espulso domenica e squalificato.
Nel reparto offensivo Dima dovrà scegliere fra Niscemi, Orlando, Ike, Citro e Pirro. Proprio quest’ultimo commenta il momento che sta vivendo la Valle Grecanica: «Non credo – ha osservato l’ex attaccante dell’Ischia – che i nostri problemi dipendano dal modulo o dal fatto di giocare con due o tre attaccanti. Noi stiamo bene ma l’origine dei nostri problemi non l’abbiamo individuata essendo un gruppo alquanto valido. Sicuramente qualche demerito nostro c’è, ma è parimenti vero che la fortuna non ci sta aiutando. Il parco attaccanti è di qualità e probabilmente ci si attendeva qualcosa di più da noi però stiamo dando il massimo e continueremo a fare di tutto per consentire alla Valle Grecanica di ottenere i risultati prefissati. E’ un periodo che ci gira storto e che speriamo passerà presto».
L’undici del basso jonio reggino, è pronto a lanciare l’assalto alla prima della classe che nell’ultima uscita contro il Serre Alburni ha mandato segnali forti al campionato con una prestazione eccezionale. Ranieri Pirro prova a fare un po’ le carte al torneo. «Già all’andata l’Hinterreggio mi ha impressionato - ha affermato l’attaccante- ma occhio anche al Palazzolo mentre ritengo più improbabile un inserimento del Cosenza».

HINTERREGGIO
Rappoccio in attesa del derby con la Valle Grecanica in programma lunedì al Comunale di Bocale commenta: «Gli organici lasciano il tempo che trovano, ogni partita ha la sua storia e di gare facili, specialmente nel girone di ritorno non ce ne sono perché di spazio per recuperare eventuali passi falsi inizia ad essercene sempre meno». Il direttore generale dell’Hinterreggio cerca di tenere alta la guardia di un gruppo che ha conquistato la vetta prima e vuole conservarla fino in fondo. «Se andiamo a guardare la classifica - sottolinea Carmelo Rappoccio (a destra) - si evince chiaramente che sarà una gara in cui tutte e due le squadre hanno necessità di portare a casa l’intera posta in palio. L’Hinterreggio per la vittoria del torneo, la Valle Grecanica per la salvezza, per cui è fuori discussione che chiunque scenderà in campo lo farà con la massima determinazione e la dovuta grinta. Portiamo grande rispetto alla Valle Grecanica che ha un’ottima intelaiatura e siamo coscienti che i derby hanno un sapore diverso per cui sarà necessario affrontare questa partita con la massima concentrazione e prepararla nel migliore dei modi». «L’Hinterreggio - ha proseguito Rappoccio - sta bene in quanto è consapevole dei propri mezzi, della propria forza e di poter fare bene in questo derby contro la Valle Grecanica se metterà l’impegno e la determinazione che sono fondamentali per affrontare qualunque partita di questo torneo». Dal mercato invernale molte squadre hanno attinto per rinforzarsi ma Rappoccio non guarda alle rivali e rimarca che «gli organici non hanno mai fatto le vittorie e che in questo campionato le partite vanno giocate e nessuna di queste è mai facile in partenza». Sulle condizioni dei tre infortunati il dg biancoazzurro è piuttosto ottimista: Impallari sarà pronto fra due settimane avendo rimediato un lieve stiramento mentre Palumbo (distorsione alla caviglia), pur avendo ancora qualche problema dovrebbe recuperare in vista di lunedì ma il condizionale, in questi casi è d’obbligo. Anche Cambareri sta meglio e non è escluso che finisca fra i convocati.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?