Salta al contenuto principale

Rapine: operazione 'Un posto in prima fila'
nel Vibonese, quattro arresti

Basilicata

L’operazione denominata diretta dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia in collaborazione con il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vibo e la Stazione carabinieri di San Gregori

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

Operazione questa mattina, denominata "Un posto in prima fila" dei carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia che hanno stretto le manette ai polsi di quattro persone a San Gregorio D’Ippona (Vv) accusate di rapina, furto aggravato, danneggiamento e violazione di domicilio. I quattro sono Stefano Farfuglia, 28 anni, Francesco Daniele di 26, Angelo David di 29 e Maurizio Ruffa di 31.
L’operazione, diretta dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia in collaborazione con il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vibo e la Stazione carabinieri di San Gregorio d’Ippona, è scattata all’alba e i provvedimenti cautelari emessi, sono il frutto di un’attività d’indagine condotta dal Norm della Compagnia di Vibo Valentia in collaborazione con la Stazione Carabinieri di San Gregorio d’Ippona.
L’attività investigativa scaturita da una iniziale denuncia di furto in abitazione, presentata a giugno da P.D.D. alla Stazione Carabinieri di San Gregorio d’Ippona, ha successivamente portato gli uomini dell’Arma ad appurare ulteriori circostanze relative alla vicenda. Secondo le ricostruzioni degli investigatori, nello scorso giugno, i quattro arrestati avrebbero portato a compimento nel Comune di San Gregorio d’Ippona una rapina all’interno dell’abitazione di due cittadini romeni, in quel momento locatari dell’abitazione di P.D.D., e successivamente un furto nell’abitazione attigua, sempre di proprietà di P.D.D. Fondamentale il riconoscimento delle immagini del sistema di video sorveglianza e il ritrovamento di alcune armi, a settembre sempre a San Gregorio d’Ippona, da parte dei militari del Norm.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?