Salta al contenuto principale

Serie B. Crotone, oggi l'esonero
di Menichini. Lerda favorito

Basilicata

La società prende tempo e regna l’incertezza sul nome del sostituto anche se il favorito sembra essere Lerda, anche se potrebbe rinunciare

Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

Quasi sicuro l'esonero di Menichini ma la società non ha al momento un nome certo sul possibile sostituto. Le voci che si sono intrecciate nelle ultime ore non hanno trovato alcun fondamento. Depennati i nomi di Mario Somma, di Roberto Cevoli, di Leonardo Acori e di Sandro Salvioni. Così come anche quelli “romantici” di Beppe Papadopulo e di Antonello Cuccureddu.
L’unico nome al momento in agenda al Fc Crotone è quello di Franco Lerda ma anche qui esistono delle difficoltà. La società non nega di aver avuto un contatto e probabilmente era anche in buona fede credendo e sperando che il ritorno di Franco Lerda a Crotone poteva essere una cosa semplice (bastava limare alcuni spigoli). E invece il tecnico di Fossano (che è ancora sotto contratto col Torino di Urbano Cairo) ha chiesto tempo sabato sera e ancora ieri sera per cui oggi ci sarà la risposta definitiva. E in caso di risposta negativa il Crotone sarebbe di nuovo punto e a capo. Nel senso che al momento non c’è un allenatore che sarebbe di gradimento alla società per quanto riguarda innumerevoli aspetti, anche legati al trattamento economico. Dunque Lerda potrebbe tornare a Crotone per pilotare la squadra ad una sicura e tranquilla salvezza, cosa che al momento appare ipotizzabile e senza nemmeno troppi sforzi.
La classifica così com’è non è allarmante ma solo un po’ preoccupante e quello che manca alla squadra e all’ambiente è un elettroshock.
Lerda e porterebbe con se tutto il suo staff per cui il Crotone dovrebbe far fronte anche a qualche spesa ulteriore. Ma non sarebbero questi i motivi reali che ancora non hanno fatto decidere il tecnico di Fossano a dire si al Crotone. Probabile che Lerda sia ancora in attesa della chiamata di rango, di una panchina di B di prima fascia che, dando uno sguardo fugace, non c’è.
Intanto oggi Menichini torna in città e riprende il suo posto di allenatore in vista della gara di venerdì. Quindi tutti pronti a Steccato di Cutro per la ripresa dei lavori e immaginiamo il clima che si potrà respirare nello spogliatoio. La sconfitta contro il Varese ha letteralmente colto di sorpresa la società che mai si immaginava un nuovo ko e anche per come è arrivato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?