Salta al contenuto principale

Turismo, presentato a Potenza
il "Volo dell'Aquila"

Basilicata

Un moderno impianto sportivo con un deltaplano a cui possono essere imbracate quattro persone e volare per 906 metri di alterzza. Il «Volo», che dura poco più di un minuto, è possibile in tutte le st

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

Si chiama «Sky glider», ma si traduce «Volo dell’Aquila» il nuovo attrattore turistico lucano, nel Parco Nazionale del Pollino, a San Costantino Albanese (Potenza): si tratta di un impianto sportivo con un deltaplano a cui possono essere imbragate quattro persone, che “voleranno», lungo un cavo di acciaio, per 906 metri da un’altezza di 853 metri sul livello del mare.

Il «Volo dell’Aquila» è stato presentato stamani, a Potenza, nel corso di un incontro con i giornalisti, a cui hanno partecipato il governatore lucano, Vito De Filippo, il direttore generale dell’Apt, Gianpiero Perri, e il sindaco di San Costantino Albanese, Giuseppe Cantisani.

Il nuovo attrattore prosegue un percorso cominciato con il «Volo dell’Angelo», la struttura inaugurata nel 2007 nelle Dolomiti lucane, tra Pietrapertosa e Castelmezzano (Potenza). L’impianto sarà realizzato dalla società «Alfred Rodlsberger» sulla base di un bando per il programma speciale per il Senisese: l'investimento complessivo è stato di 1,6 milioni di euro e i lavori dovrebbero essere conclusi entro la fine di ottobre.

«Il nostro è un sistema turistico che presenta già molti elementi di positività – ha detto De Filippo – e in alcune aree impianti come questo possono rilanciare le presenze. Vogliamo considerare gli attrattori come eccezionali elementi per valorizzare un territorio, come è già accaduto con il Volo dell’Angelo». Perri ha ricordato che l’obiettivo è di “rispondere alla domanda di nuove esperienze, anche dal punto di vista turistico». Si tratta «di un elemento importante per le nostre comunità – ha aggiunto Cantisani – piccole ma ricche di storia e di tradizioni, che hanno una possibilità di aumentare gli arrivi turistici».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?