Salta al contenuto principale

Merce pericolosa, due mila pezzi
sequestrati a Lamezia Terme

Basilicata

La Polizia municipale è intervenuta in in negozio gestito da cinesi, denunciando il titolare per ricettazione e commercio di prodotti pericolosi. Tra la merce sequestrata anche diversi giocattoli.

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Sono oltre duemila i pezzi sequestrati dalla polizia municipale di Lamezia Terme in un esercizio commerciale gestito da un cittadino cinese, S.W. di 34 anni, denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di ricettazione e commercio di materiali pericolosi previsti dal Codice del consumatore. Gli agenti del nucleo annona e polizia commerciale hanno rinvenuto all’interno dell’esercizio commerciale ogni genere di merce priva dei requisiti di sicurezza previsti da direttive europee e norme nazionali: giocattoli ed dispositivi elettrici privi di marcatura CE, indicazione degli importatori e dei distributori, documentazione tecnica, del quale l'esercente non è riuscito a dare nessuna spiegazione, in ordine appunto, alla provenienza. Merce pericolosa perchè destinata ai bambini nel caso dei giocattoli o perchè destinata ad essere alimentata dalla corrente elettrica. Tra la merce sequestrata anche citofoni, piastre per capelli, borse di acqua calda elettriche, doppie prese, peluche e giocattoli elettrici.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?