Salta al contenuto principale

Con Il Quotidiano della Basilicata
arriva il mensile New Tennis School

Basilicata

Da domani in abbinamento gratuito con il nostro giornale nelle edicole di Potenza il nuovo organo di informazione della Scuola Addestramento Tennis del maestro Giulio Spadafora.

Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

SARA’ in edicola domani in abbinamento gratuito con Il Quotidiano della Basilicata (solo nelle edicole di Potenza) il numero zero del mensile New Tennis School. La nuova generazione in campo. Il mensile, diretto da Maria Ragone, nasce come organo di informazione della Scuola Addestramento Tennis di Potenza, diretta dal maestro Giulio Spadafora. «La Scuola di Addestramento (Sat), istituzione primaria della Federazione Italiana Tennis, era assente da dieci anni sia in città che in provincia - spiega Spadafora - e dall’inaugurazione ad oggi ho potuto riscontrare che anche i genitori dei nostri allievi non avevano conoscenza di cosa fosse una Sat e che riportavano tutto al solito corso di tennis». Le regole e i programmi alla base della Scuola possono essere istituite solo dal maestro responsabile e dal suo staff, che per questo hanno scelto di aprirsi alla città illustrando mediante questa pubblicazione il funzionamento e gli obiettivi di una realtà forse ancora poco conosciuta. Le 16 pagine di New Tennis School si aprono con il saluto del presidente regionale Fit Basilicata Mimmo Volturo, proseguendo con la presentazione dei corsi e dello staff tecnico guidato dal maestro Spadafora e composto dagli istruttori Stefano Langone, Adriano Vignola, Franco Pallante e Laura Albenzio. E’ previsto uno spazio di interazione anche con i genitori degli allievi, oltre che un interessante approfondimento sull’utilizzo della fisioterapia nello sport a cura del dott. Raffaele Sassano. L’abbinamento gratuito tra Il Quotidiano della Basilicata e New Tennis School proseguirà anche nei mesi a venire, con l’obiettivo di avvicinare il più possibile al tennis le giovani generazioni per un effettivo rilancio del movimento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?