Salta al contenuto principale

Volley. Tonno Callipo, contro la Roma
stesso risultato dell'andata

Basilicata

Un film che si è ripetuto per la Tonno Callipo che anche nella gara di andata era caduta contro la Roma Volley per tre set a zero

Tempo di lettura: 
3 minuti 2 secondi

La seconda sconfitta per tre a zero in due gare arriva per la Tonno Callipo Vibo Valentia. La gara nella capitale dove, in casa della M. Roma determinata a portare a casa il risultato, Cernic (in foto) e compagni sono incappati in una nuova prestazione caratterizzata da incertezze e brusche amnesie che alla fine decidono il match e permettono ai capitolini, guidati da un Sabbi travolgente, di ottenere il bottino pieno. Coach Blengini parte con il sestetto base formato da Serafini in cabina di regia, Klapwijk opposto, Barone e Rak al centro e Cernic con Diaz di banda. Fanuli libero. Per Giani ci sono Boninfante, Sabbi, Cisolla, Zaytsev, Bjelica, Lebl e il libero Paparoni.

LA GARA

Primo set 25-23
Avvio all’insegna dell’equilibrio, come succederà nei successivi due set, con la Tonno Callipo in vantaggio di un punto al primo time-out tecnico. Si prosegue punto a punto fino al 15 pari e sono sempre gli ospiti a portarsi davanti al secondo time-out (15-16). Ancora parità al 20-20, quando si apre un finale di set concitato con la M. Roma che passa davanti sul 23-22 e Klapwijk che rimette in pari Vibo subito dopo. Ed è proprio su Klapwijk che Roma trova il block-out che gli vale il primo set point a favore quando Blengini chiama il suo secondo time-out discrezionale. Il punto che vale il set arriva sempre su un mani-fuori di Vibo su un attacco dell’opposto Sabbi, ed è l’1-0 per Roma.

Secondo set 25-20
Nutrita la rappresentanza di tifosi giallorossi al seguito della squadra sugli spalti del PalaTiziano. M. Roma in vantaggio al primo time-out del secondo set (8-6) quando si fa vedere Diaz che sigla il pareggio di Vibo (9-9) mentre l’errore di Zaytsev in attacco allunga il break a favore di Vibo con Barone al servizio fino al 9-13. Roma accorcia con Lebl e Sabbi e il fallo fischiato a Klapwijk le vale il pareggio che diventa vantaggio di due punti al secondo stop tecnico con l’attacco vincente di Sabbi (16-14). Il break di Roma s’interrompe con l’errore di Bjelica al servizio e sul 18-15 Blengini ferma nuovamente il gioco. Sul servizio a rete di Serafini Roma si porta sul 20-17, non sbaglia invece Zaytsev che trova l’ace e porta Roma sul 23-19. Bjelica mura il nuovo entrato Banderò e Roma si porta al set-point con cinque punti di vantaggio. Vibo neutralizza la prima palla set ma l’errore di Banderò in battuta regala a Roma il punto numero 25 e il secondo set.

Terzo set 25-23
Ancora equilibrio in avvio di terzo set. Il primo tempo vincente di Barone porta Vibo davanti al primo time-out del set (7-8). L’errore in attacco di Roma vale a Vibo il decimo punto, ma sbaglia anche Fanuli in ricezione e la squadra di Giani si riporta in parità (14-14), provando poi l’allungo al secondo time-out (16-14). Barone pareggia nuovamente i conti e al successivo vantaggio ospite Giani ferma il gioco. Con Cernic al servizio la Tonno Callipo guadagna punti utili e all’errore in attacco di Zaytsev si porta a +3 (17-20). Botta e riposta Cisolla-Diaz, con quest’ultimo falloso nella giocata successiva, e sul 19-21 Blengini chiama il suo secondo time-out discrezionale. Sabbi trova l’ace e porta i conti in pareggio (21-21) ma poi sbaglia e Klapwijk lo imita. Tra le proteste di Vibo è ancora Sabbi a trovare il vantaggio ma Klapwijk rimette le cose a posto 23-23. Gli ultimi due punti arrivano su due errori dei giallorossi, il primo in battuta il secondo in attacco, e Roma chiude i giochi come all’andata con un netto 3-0 a favore.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?