Salta al contenuto principale

L'Agenzia antidroga statunitense premia la Finanza di Catanzaro

Basilicata

Attestato della Dea al Comando provinciale destinato agli organismi investigativi che maggiormente si sono distinti a livello internazionale nella lotta al traffico di stupefacenti

Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi

La Dea (drug enforcement administration), l'agenzia federale antidroga statunitense, ha conferito ad alcuni militari della Guardia di Finanza appartenenti al comando provinciale di Catanzaro il prestigioso «certificate of appreciation for outstanding contribution in the field of drug law enforcement».
«Si tratta - è scritto in una mota del comando regionale delle Fiamme Gialle - di un'importante attestazione di apprezzamento che la Dea concede, in via esclusiva, agli organismi investigativi che maggiormente si sono distinti a livello internazionale nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti. L'autorevole riconoscimento - è ancora scritto - costituisce una tangibile testimonianza sia dell'elevato livello investigativo raggiunto nel settore dal gruppo operativo antidroga (G.o.a.) del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Catanzaro, sia della proficua collaborazione avviata nel tempo con l'agenzia statunitense, sotto l'egida delle rispettive autorità giudiziarie e con il costante coordinamento della direzione centrale per i servizi antidroga (D.c.s.a.) e del 2* reparto del comando generale del corpo. Da alcuni anni, infatti, il Goa del nucleo pt di Catanzaro - continua il comunicato - si pone, in Europa, come uno dei principali organismi di contrasto alle importazioni di cocaina dal Sud-America».
«Diverse e brillanti sono state le sue operazioni nel settore in campo internazionale, rese possibili dalla proficua collaborazione fra l'agenzia statunitense e il comando generale della guardia di finanza che si è avvalso del G.o.a. del capoluogo per alcune delle investigazioni più complesse. Importanti e articolate indagini recentemente condotte a termine con le procure distrettuali antimafia di Catanzaro e di Reggio Calabria, si sono avvalse - è scritto nella nota - del prezioso interscambio info-investigativo instaurato a livello centrale con il collaterale organismo americano, delineando un vero e proprio modello di riferimento nel panorama della cooperazione internazionale giudiziaria e di polizia».
Premiato, con lo stesso attestato, anche Vincenzo Luberto, sostituto procuratore presso la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, «il quale - di evidenzia - ha diretto molte delle indagini svolte dal G.o.a. di Catanzaro» La consegna degli attestati è avvenuta nel corso di una cerimonia svolta questa mattina al comando regionale Calabria, alla presenza del comandante regionale, gen. Michele Calandro, nonchè del procuratore generale presso la Corte d'appello di Catanzaro, Santi Consolo, e del procuratore distrettuale antimafia, Antonio Vincenzo Lombardo. La Dea è stata rappresentata dal direttore dell'ufficio regionale per l'italia, accompagnato dal magistrato di collegamento presso l'ambasciata Usa in Italia, William Nardini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?