Salta al contenuto principale

Comunità Montane. Uncem: «La Regione ci incontri sulla riforma»

Basilicata

«Sulla riforma delle comunità montare la Regione ci ascolti». A chiederlo è il presidente dell'Uncem, Vincenzo Mazzei, che a tal proposito ha scritto una missiva al presidente del Consiglio regionale

Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

Il presidente dell’Unione regionale della Comunità montane, Vincenzo Mazzei, ha scritto al presidente del Consiglio regionale ed ai capigruppo consiliari chiedendo un incontro sui temi della riforma degli enti e della montagna. «Lo scorso 14 dicembre, nella sede del Consiglio Regionale - scrive Mazzei – si è svolto l'incontro fra la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi Consiliari, l’Uncem ed i Presidenti delle 20 Comunità Montane, nel corso del quale tutti gli intervenuti hanno concordato sull'urgenza di approvare una legge idonea ad assicurare una migliore governance territoriale e di non disperdere la positiva esperienza degli enti montani, che nel panorama istituzionale calabrese sono gli unici con i conti in ordine, senza debiti e con un cospicuo patrimonio. Nel concludere la riunione – afferma Mazzei rivolgendosi a Talarico – lei ha sottolineato non solo l’utilità dell’iniziativa, ma anche l’esigenza, trattandosi di una riforma destinata ad avere un forte impatto sull'assetto delle istituzioni locali, del pieno coinvolgimento degli amministratori delle Comunità Montane e dell’insieme delle forze politiche presenti nel Consiglio regionale. Ed a tal proposito ha assunto l’impegno a riconvocare un incontro per definire un percorso condiviso. Poichè abbiamo appreso che il 6 febbraio si è svolta presso la presidenza della Giunta regionale una riunione di maggioranza, nel corso della quale si è deciso di accelerare il varo della riforma dell’Afor e della montagna, le chiediamo di fissare, prima dell’esame da parte della competente Commissione consiliare delle varie proposte presentate, l'incontro promesso, con la presenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari, dell’Uncem e dei presidenti delle Comunità montane».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?