Salta al contenuto principale

Giunta, la carica dei direttori

Basilicata

Quattro riconferme e tre new entry: restano al loro posto Nardozza, Viggiano, Vita e Santoro. Arrivano Tripaldi (Sanità) e Cerverizzo (Infrastrutture). Freschi ritorna dopo l’Arbea

Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

POTENZA - Anche la neve nulla ha potuto contro l’attesa nomina dei nuovi dirigenti regionali. E dopo tre ore di lavori, ieri pomeriggio, la giunta ha emesso il verdetto: quattro riconferme e tre new entry alla guida dei dipartimenti. Rimane al suo posto il direttore generale della presidenza della Giunta, Angelo Nardozza. Specializzato in direzione, pianificazione economico-finanziaria e aziendale e in materia di revisione dei conti, ha fatto il grande salto al dipartimento nel 2010, dopo aver guidato per qualche anno la Task force regionale per l’occupazione. Riconferme anche ai dipartimenti Ambiente, Attività produttive e Formazione: segno che i rimescolamenti e le nuove nomine agli assessorati non hanno alterato gli equilibri dei rispettivi dipartimenti. Rimane all’Ambiente Donato Viggiano, chimico, ex responsabile dell’unità di ricerca dell’Enea di Rotondella, poi direttore dello stesso Centro e docente di Energetica applicata all’Unibas. Nessun cambio di guardia neanche alla Formazione, con Liliana Santoro che rimane saldamente in posizione. Dirigente interna della Regione Basilicata, presso i dipartimenti Attività produttive, Presidenza della Giunta, e di vari uffici, fino alla fine della scorsa legislatura regionale è stata all’Autorità di gestione del Piano di sviluppo rurale 2007-2013. Riconferma anche per l’ingegnere Michele Vita alla Attività produttive. Già dg all’Ambiente e alle Attività produttive, è stato segretario generale dell’Autorità di Bacino. Alla Sanità, invece, non pare essere stata accolta la richiesta dell’assessore Attilio Martorano, che sembra avesse espresso, nei giorni precedenti, una preferenza per Vittorio Restaino, già presidente dell’associazione “Fare Basilicata”, fondata nel 2009 dallo stesso ex presidente di Confindustria. Del resto il nome di Restaino era stato fatto anche al momento della morte dell’ex dirigente della Sanità, Adriano Abiusi. Ma anche questa volta la cosa non è andata in porto. A prendere il posto di Piero Quinto al dipartimento che fa capo all’assessore Martorano è, invece, l’ex sindaco di Avigliano (Pd), Domenico Tripaldi. Dirigente al ministero dell’Economia e delle finanze è politicamente vicino all’area del primo cittadino di Potenza, Vito Santarsiero, ma non dispiace neanche al deputato Margiotta . Il suo nome era stato fatto anche nella recente nomina del nuovo direttore amministrativo dell’Unibas, dove però gli è stato preferito Lorenzo Bochicchio. L’altra importante novità riguarda il dipartimento Infrastrutture, dove la fa franca l’aera Franceschini. Direttamente dalla postazione di segretario generale dell’Autorità di Bacino, arriva l’ingegnere Mario Cerverizzo, ancora in aspettativa all’Asi, dove, fino fino a qualche tempo fa, ha ricoperto il ruolo di direttore generale .Lascia l’Arbea (l’Agenzia a questo punto si aggiunge agli enti di prossima nomina) per ritornare alla Regione, e precisamente al dipartimento Agricoltura il direttore Andrea Freschi, area ex Ds. Nel suo curriculum il Cda dell’Inran e dell’Agenzia nazionale per l’innovazione, e anche Arpab (dove è stato commissario nel 2006), oltre alla guida dei dipartimenti Agricoltura, ambiente e infine Attività produttive.

Mariateresa Labanca

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?