Salta al contenuto principale

Prodotti lucani piatto forte a Sanremo

Basilicata

A presentare le portare gli chef dell’Unione regionale cuochi

Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

SARANNO gli chef del Team dell’Urcl (unione regionale cuochi lucani) Gianfranco Bruno e Vito Amato a rappresentare la cucina lucana alla 62° edizione del festival della canzone di Sanremo. Ancora una volta la cucina lucana protagonista indiscussa nella promozione delle produzioni tipiche e della valorizzazione culinaria dei prodotti tipici. I cuochi lucani saranno protagonisti questa sera alle ore 20 nei saloni del Royal Hotel Sanremo nel “Gran Galà del Festival - Premio DietroleQuinte” giunto alla seconda edizione dove elaboreranno un menù della cucina rivisitata lucana. L’apertura della cena è affidata ad un aperitivo al piatto “Pralina al fagiolo poverello di Rotonda all’olio extravergine di Majatica di Miglionico” degustato con un Re Manfredi Bianco, come antipasto sarà servita una “Selezione di salumi tipici lucani con scaglie di Pecorino di Filiano e croccante di pane e nuvola di insalatine croccanti” con un Rosato di Aglianico, due i primi piatti “ Cavatellini al ragù bianco di Podolica e la sua fonduta alla rapa rossa e Fave & Cicorie con crostone di Pane di Matera e Peperone crusco di Senise” accompagnato da un Aglianico del Vulture e Carato Venusio, mentre i secondi piatti saranno uno “ Stracotto di Podolica all’Aglianico del Vulture su patate schiacciate di montagna al rosmarino e cosciotto d’Agnello delle Dolomiti lucane con carciofi e mentuccia” e la degustazione di un Aglianico del Vulture, Re Manfredi annata 2008. La cena di gala darà deliziata dai dessert “ Cremoso di ricotta con salsa di Fragole di Policoro e Ficotto di Pisticci con biscotto croccante” accompagnati dallo Spumante bianco e rosso. Piatti unici dai sapori autentici che sapranno sicuramente riscuotere il consenso degli ospiti intervenuti. La presentazione della serata di gala è affidata a Leonardo Metalli con la musica del gruppo Le Rivoltelle e Giorgio Conte come guest star. A far da cornice all’evento gli chef dell’Unione regionale cuochi lucani gli sponsor sempre presenti ad ogni manifestazione di rilievo. «Un ennesimo evento per l’Unione regionale cuochi lucani - ha detto il presidente Rocco Pozzulo - che ha fatto della valorizzazione dei prodotti tipici il punto di forza per scoprire giovani talenti che si avvicinano all’associazione e nello stesso tempo promuovere le ricchezze del territorio. I piatti offerti durante la serata di gala sono stati tutti preparati con ingredienti “zero chilometri”. Il concetto di “chilometri zero” significa che tutti gli ingredienti utilizzati sono stati prodotti esclusivamente in Basilicata, senza essere stati sottoposti a lunghi trasporti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?