Salta al contenuto principale

'Ndrangheta. Sei arresti a Reggio per estorsione aggravata

Basilicata

Sei persone sono state sottoposte a fermo perché indiziate di associazione mafiosa dedita alle estorsioni. L'attività si pone in prosecuzione con le operazioni Alta tensione e Alta tensione 2

Tempo di lettura: 
0 minuti 35 secondi

Le sei persone sottoposte a fermo perchè indiziate del reato di associazione mafiosa dedita alle estorsioni sono Giovanni Pangallo ,63 anni, Natale Cuzzola (49), Giovanni Rodà (35), Diego Quatruccio (23), Giuseppe Pasquale Esposito (54) e Domenico Antonio Laurendi (21). Tutti, a vario titolo, sono ritenuti appartenenti alla 'ndrangheta che controlla i quartieri Modena, Ciccarello e San Giogrio Extra. Gli arresti di questa mattina costituiscono la prosecuzione dell’attività investigativa, portata avanti sempre dalla polizia, che nell’ottobre dello scorso anno ha portato all’operazione «Alta tensione», a cui è seguita «Alta tensione 2» del dicembre 2011 in cui, tra gli altri, è stato arrestato il consigliere comunale Giuseppe Plutino, eletto nella lista del Pdl a Comune di Reggio e già assessore all’ambiente di palazzo san Giorgio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?