Salta al contenuto principale

Ecco il presepe lucano a San Pietro
De Filippo: «Siamo grati al santo Padre»

Basilicata

Chiudi

Il presepe del maestro Artese che addobberà piazza San Pietro (foto Spadafino)

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

«Sono molti i sentimenti con cui presentiamo questo presepe: l’orgoglio dei cittadini della nostra Regione e anche tantissima gratitudine per questo gesto di disponibilità da parte della Santa Sede». Il presidente della Basilicata, Vito De Filippo, ha presentato in Vaticano il presepe che viene allestito il piazza San Pietro per il Natale 2012, offerto dalla Regione lucana e allestito dal maestro presepista Francesco Artese con scorci, vedute e figure ispirati alla realtà locale, in particolare della città di Matera. «Siamo grati al Santo Padre - ha aggiunto De Filippo – che ha voluto accogliere questa iniziativa sobria e molto significativa».   

L’offerta da parte della Regione Basilicata, che inizialmente era per una mostra nel Braccio di Carlo Magno, ha ricordato nel corso della conferenza stampa il segretario del Governatorato monsignor Giuseppe Sciacca, è arrivata nel luglio scorso, ed è stata subito tramutata nella possibilità di realizzare interamente il presepe al centro della piazza, «anche con un significativo risparmio per le nostre spese», ha sottolineato Sciacca.   De Filippo ha parlato della tradizione del presepe con «sinonimo di umiltà e semplicità», e così è stato voluto l'allestimento del maestro Artese, che ha definito «di bellezza stupefacente. Stare in questa piazza – ha aggiunto il presidente della Regione – per noi significa moltissimo, anche come possibile rilancio di speranza e di fede. Siamo grati per questa opportunità data a una Regione del Mezzogiorno, che non è un luogo arreso». 

Il presepe costerà in tutto circa 122 mila euro con un risparmio per il Vaticano di circa 180 mila euro rispetto agli anni scorsi.   Dei costi complessivi, circa 90 mila euro riguardano la realizzazione e il trasporto, per i quali la Regione Basilicata ha usufruito pressochè interamente di contributi di imprese private, e i restanti 21 mila 800 euro il lavoro di allestimento a carico del Governatorato vaticano. L'opera è costituita da cento personaggi in terracotta su una superficie di circa 150 metri quadrati, è ispirato a vedute e scorci del territorio lucano, in particolare della città di Matera. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?