Salta al contenuto principale

Inchiesta sullo smaltimento dei rifiuti del Potentino
Restano in carcere Agoglia e Castellano

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Il Tribunale del Riesame di Potenza ha respinto il ricorso presentato dagli avvocati di Giovanni Agoglia, di Savoia di Lucania, responsabile del centro di trasferenza di Tito, e di Giovanni Castellano, di Matera, titolare dell’azienda che gestiva la discarica di Salandra (Matera), arrestati dai Carabinieri lo scorso 17 dicembre nell’ambito di un’inchiesta su un traffico illecito di rifiuti. Agoglia e Castellano restano quindi in carcere, mentre ha ottenuto gli arresti domiciliari Cosimo Guida, di Policoro (Matera), titolare dell’azienda che gestiva la discarica di Tricarico (Matera). Il Riesame ha inoltre deciso la remissione in libertà di Gaetano Papaleo, di Lagonegro (Potenza), uno dei responsabili della discarica di Lauria (Potenza), e di Bruno Longo, di Policoro, impiegato nella discarica di Tricarico. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?