Salta al contenuto principale

Castellitto a cena nei Sassi
A Matera il Capodanno dell'attore

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

OSPITE d’eccezione per l’ultima giornata del presepe vivente nei Sassi: l’attore Sergio Castellitto, infatti, ha visitato il particolare allestimento nel rione Malve del Sasso Caveoso dove l’Unpli Basilicata ha allestito per quattro giorni la Natività con comparse volontarie provenienti da molte regioni. Castellitto è stato accompagnato nella sua veloce visita da Rocco Franciosa, segretario Comitato Unpli Basilicata e d collaboratore Angelo Carruozzolo (nella foto). L’attore è in città insieme alla moglie, la scrittrice Margaret Mazzantini, ospite di Maria Teresa Cascino del Womens’ Fiction festival che nel 2011 aveva ricevuto un premio dalla rassegna letteraria femminile e che ha voluto tornare nella città dei Sassi. Al presepe vivente, intanto, ieri i Re Magi sono stati interpretati dai rappresentanti della Pro loco di Crispiano (Taranto) presieduta da Egidio Ippolito (nella foto con Antonio D'Elicio, presidente Unpli). Si è conclusa così ieri la terza edizione del Presepe vivente. La rassegna promossa dall’Unione pro loco di Basilicata, ha registrato presenze record in un contesto del tutto particolare come quello del rione Malve, nel cuore del Sasso Caveoso. Grazie ai 200 figuranti che ogni giorno si sono dati il cambio, provenienti anche da altre regioni italiane, è stata ricreata l’atmosfera della Natività. Particolare successo, poi, ha avuto il presepe vivente dei bambini che ha impegnato nei giorni scorsi, gli oltre 250 alunni delle scuole materane che hanno riproposto anche i giochi che i loro coetanei dell’epoca svolgevano tutti i giorni. Un’occasione, come hanno detto anche le insegnanti, per mantenere viva l’attenzione dei piccoli nei confronti delle tradizioni. Nel corso della ricostruzione storica svolta durante i quattro giorni della rassegna organizzata da Matera Convention Bureau, si è rivolta particolare attenzione infatti, agli antichi mestieri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?