Salta al contenuto principale

I Sassi "s'illuminano di meno" per Matera 2019

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 5 secondi

 

Matera 2019 aderisce all’iniziativa di risparmio energetico insieme a molte altre città candidate
I Sassi splendono senza luce
Un’ora e mezza di black out per l’adesione alla campagna “M’illumino di meno”
MATERA - Un’ora e mezza al buio nella quale ancora di più i Sassi di Matera hanno mostrato uno scenario unico quanto suggestivo. 
Poche in verità le persone negli antichi rioni della città, freddi visto il clima degli ultimi giorni, a quell’ora tra le 18 e le 19,30 ma di certo lo spettacolo ammirato è stato davvero unico.
 E’ durata un’ora e mezza l’iniziativa che ha tenuto piazza San Pietro Caveoso, via Madonna delle Virtù e parte del Barisano al buio nell’ambito di un’idea di risparmio energetico denominata “M’illumino di meno”. 
L’appuntamento che si è concretizzato e ripetuto in numerose città italiane ha visto ancora una volta Matera in prima linea con un’iniziativa particolare a cui la città ha aderito anche nell’ambito degli appuntamenti che rientrano nell’obiettivo del 2019. 
Anzi sono state diverse, proprio su proposte di Matera, le altre concorrenti all’obiettivo della capitale della cultura che hanno deciso di spegnere una parte dei propri monumenti più rappresentativi.
Una sorta di vera e propria corsa che è stata capeggiata dalla città dei Sassi il cui lo splendore è emerso da piazza San Pietro Caveoso  alle vedute della Murgia e della Gravina spente dalle luci che circondano l’area antichissima. 
Insomma un’iniziativa che ha colto lo spirito non solo del risparmio energetico che l’ha mossa originariamente ma anche il valore del patrimonio che Matera comunque rappresenta, mostra e difende oramai da moltissimi secoli.
Lo slogan coniato da Matera 2019 che recita chiaramente “Accendi la cultura, risparmia energie” prova a promuovere questo tipo di iniziative che vengono messe in campo proprio per dare risalto ad una città come Matera ed agli obiettivi che si è posta in prospettiva del 2019. 
L’impressione di ieri sera è che anche al buio e con meno luci i Sassi riuscivano a risplendere di una suggestione unica al mondo e tutta da ricercare e da esaltare.
Matera può e vuole puntare verso il 2019 anche su questo tipo di iniziative che ne mostrano in ogni modo le bellezze ed i contrasti in grado quantomai di esaltarla.

MATERA - Un’ora e mezza al buio nella quale ancora di più i Sassi di Matera hanno mostrato uno scenario unico quanto suggestivo. Poche in verità le persone negli antichi rioni della città, freddi visto il clima degli ultimi giorni, a quell’ora tra le 18 e le 19,30 ma di certo lo spettacolo ammirato è stato davvero unico. E’ durata un’ora e mezza l’iniziativa che ha tenuto piazza San Pietro Caveoso, via Madonna delle Virtù e parte del Barisano al buio nell’ambito di un’idea di risparmio energetico denominata “M’illumino di meno”. L’appuntamento che si è concretizzato e ripetuto in numerose città italiane ha visto ancora una volta Matera in prima linea con un’iniziativa particolare a cui la città ha aderito anche nell’ambito degli appuntamenti che rientrano nell’obiettivo del 2019. Anzi sono state diverse, proprio su proposte di Matera, le altre concorrenti all’obiettivo della capitale della cultura che hanno deciso di spegnere una parte dei propri monumenti più rappresentativi.Una sorta di vera e propria corsa che è stata capeggiata dalla città dei Sassi il cui lo splendore è emerso da piazza San Pietro Caveoso  alle vedute della Murgia e della Gravina spente dalle luci che circondano l’area antichissima. Insomma un’iniziativa che ha colto lo spirito non solo del risparmio energetico che l’ha mossa originariamente ma anche il valore del patrimonio che Matera comunque rappresenta, mostra e difende oramai da moltissimi secoli.Lo slogan coniato da Matera 2019 che recita chiaramente “Accendi la cultura, risparmia energie” prova a promuovere questo tipo di iniziative che vengono messe in campo proprio per dare risalto ad una città come Matera ed agli obiettivi che si è posta in prospettiva del 2019. L’impressione di ieri sera è che anche al buio e con meno luci i Sassi riuscivano a risplendere di una suggestione unica al mondo e tutta da ricercare e da esaltare.Matera può e vuole puntare verso il 2019 anche su questo tipo di iniziative che ne mostrano in ogni modo le bellezze ed i contrasti in grado quantomai di esaltarla.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?