Salta al contenuto principale

Scontro fatale sulla Potenza-Melfi
Perde la vita Margherita Asquino

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 0 secondi

 

Melfi
La donna, commessa in un centro commerciale, stava ritornando a Rionero Muore all’uscita dal lavoro Scontro fatale sulla Potenza-Melfi. Perde la vita Margherita Asquino MELFI/RIONERO - Ennesimo schianto fatale sulla Potenza-Melfi. Lo scontro frontale avvenuto tra le due uscite della città federiciana tra una Fiat Punto e un bus, non ha lasciato scampo a Margherita Asquino, una 38enne di Rionero in Vulture, appena uscita da lavoro e pronta a rientrare a casa. Nessun ferito grave ma solo tanto spavento per i passeggeri dell'autobus che viaggiava in direzione opposta. Erano da poco passate le 21.30 quando la trentottenne rionerese, coniugata, due figli e commessa in un Centro Commerciale di Melfi, quando l’autovettura è transitata sulla Potenza-Melfi per ritornare a casa. Secondo una primissima ricostruzione, dopo pochi chilometri, per cause ancora da accertare, Margherita Asquino avrebbe perso il controllo della sua auto e si sarebbe scontrata frontalmente con il bus. L'impatto sarebbe stato talmente violento da scaraventare l'auto a molti metri di distanza dal punto di impatto. La donna è morta sul colpo a causa delle gravi ferite riportate. I Vigili del Fuoco hanno faticato non poco per estrarre il corpo della donna dall'auto ridotta ormai ad un groviglio di lamiere. Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Melfi, con una squadra coordinata dal luogotenente Salvatore Santoro che, fatti i dovuti rilievi sul posto, hanno interrogato dei testimoni per accertare delle eventuali responsabilità. Il tratto della superstrada è stato chiuso al traffico per oltre 2 ore per poi essere riaperto intorno alla mezzanotte. L'ennesimo incidente su questo tratto stradale riaccende il dibattito sulla sicurezza. Da anni i cittadini chiedono a gran voce dei lavori di adeguamento che rendano più sicura questa strada: quante persone ancora piangeremo prima che si prendano dei provvedimenti? I funerali di Margherita Asquino si terranno questo pomeriggio in chiesa madre alle 15. Andrea Gerardi 

MELFI/RIONERO - Ennesimo schianto fatale sulla Potenza-Melfi. Lo scontro frontale avvenuto tra le due uscite della città federiciana tra una Fiat Punto e un bus, non ha lasciato scampo a Margherita Asquino, una 38enne di Rionero in Vulture, appena uscita da lavoro e pronta a rientrare a casa. Nessun ferito grave ma solo tanto spavento per i passeggeri dell'autobus che viaggiava in direzione opposta. Erano da poco passate le 21.30 quando la trentottenne rionerese, coniugata, due figli e commessa in un Centro Commerciale di Melfi, quando l’autovettura è transitata sulla Potenza-Melfi per ritornare a casa. Secondo una primissima ricostruzione, dopo pochi chilometri, per cause ancora da accertare, Margherita Asquino avrebbe perso il controllo della sua auto e si sarebbe scontrata frontalmente con il bus. L'impatto sarebbe stato talmente violento da scaraventare l'auto a molti metri di distanza dal punto di impatto. La donna è morta sul colpo a causa delle gravi ferite riportate. I Vigili del Fuoco hanno faticato non poco per estrarre il corpo della donna dall'auto ridotta ormai ad un groviglio di lamiere. Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Melfi, con una squadra coordinata dal luogotenente Salvatore Santoro che, fatti i dovuti rilievi sul posto, hanno interrogato dei testimoni per accertare delle eventuali responsabilità. Il tratto della superstrada è stato chiuso al traffico per oltre 2 ore per poi essere riaperto intorno alla mezzanotte. L'ennesimo incidente su questo tratto stradale riaccende il dibattito sulla sicurezza. Da anni i cittadini chiedono a gran voce dei lavori di adeguamento che rendano più sicura questa strada: quante persone ancora piangeremo prima che si prendano dei provvedimenti? I funerali di Margherita Asquino si terranno questo pomeriggio in chiesa madre alle 15. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?