Salta al contenuto principale

Riapre il ponte di ferro ad Albano
Più di un milione per i lavori

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

POTENZA - E’ stato aperto al traffico, nella giornata di ieri, a conclusione dei lavori di ampliamento ed adeguamento strutturale, il ricostruito ponte di ferro sul fiume Basento, fra lo svincolo di Albano all’uscita della ss 407 Basentana e l’innesto della sp 32. Ad annunciarlo il presidente della Provincia di Potenza, Piero Lacorazza, e l’assessore provinciale alla Viabilità e ai Trasp,orti Nicola Valluzzi.

«Un’opera indispensabile per le comunità del Camastra-Alto Sauro, realizzata in uno dei momenti più difficili per la vita pubblica italiana e per la gestione degli appalti sempre più stretti nella trappola mortale del patto di stabilità. L’infrastruttura - prosegue l’assessore Valluzzi – è stata completata grazie alle risorse del decreto Sblocca-crediti che hanno garantito il pagamento di parte dei lavori già eseguiti e il finanziamento di quelli realizzati negli ultimi 30 giorni».

Il ponte, costato 1.122.000 euro - con sezione composta da acciaio e calcestruzzo a unica campata di 38 metri - sostituisce il preesistente ponte Bailey, costruito dopo la Seconda guerra mondiale dal genio militare, il quale da tempo risultava inadeguato per dimensione e portata alle contemporanee esigenze del traffico su gomma.

 

«L’opera realizzata e già aperta al transito veicolare – conclude il presidente Lacorazza - aggiunge un ulteriore tassello all’azione intrapresa dall’Ente e finalizzata al completamento della sp 32, i cui lavori del secondo lotto, finanziati per 13 milioni di euro, già appaltati e consegnati dalla Provincia di Potenza, finalmente,  fra giorni inizieranno, dopo la soluzione di alcune anomalie progettuali e nonostante le evidenti difficoltà di avanzamento determinate dai limiti di spesa imposti dal patto di stabilità».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?