Salta al contenuto principale

In auto con 44.500 euro falsi
Quarantaduenne denunciato dalle Fiamme Gialle

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

LAURIA – Sequestrate 445 banconote contraffatte per un valore complessivo superiore a 44.500 euro ben nascoste nel vano motore di un auto.

Un dato allarmante se si considera che il totale delle banconote sequestrate nei mesi dell’anno 2013 si è attestato su migliaia di esemplari in euro falsi sequestrati nel lagonegrese per un totale pari a oltre 100mila euro.

Non pensava certo che tra le migliaia di auto in transito in questo periodo di vacanze in direzione sud della Salerno Reggio nel Comune di Nemoli, toccasse proprio a lui essere controllato. E invece è incappato in un posto di blocco pianificato ed eseguito dai militari della Compagnia di Lauria su precise direttive del Comando Provinciale di Potenza e gli è costato una denuncia a piede libero per il reato di spendita e introduzione nello Stato, senza concerto, di monete falsificate. E’ accaduto al Km. 131 e D.Z. 42ennedi Rizziconi della Provincia di Reggio Calabria, veniva individuato e fermato a bordo della sua Citroen C3, alla domanda di rito dei finanzieri, insisteva di non aver nulla.

Ma il calabrese  oltre a mostrare evidenti segni di nervosismo, non forniva sufficienti spiegazioni in relazione al viaggio intrapreso ed al percorso effettuato, dando versioni contrastanti ed indicando in momenti diversi luoghi di provenienza differenti.

Proprio l’atteggiamento dell’uomo ha suggerito ai militari di procedere ad un rapido controllo dell’autovettura e, in bella mostra nel vano, la presenza di una busta con all’interno banconote.

Immediato, a quel punto, un approfondimento del controllo in atto, nel corso del quale, all’interno di uno dei filtri sono spuntate 445 banconote false in tagli da 100 euro, avvolte nel cellophane e suddivise in quattro distinti pacchetti, tutte mancanti di alcuni elementi e caratteristiche relative alle banconote genuine.

A distanza di tempo, dunque, ancora un altro sequestro di banconote false operato sempre nel lagonegrese, solo nello scorso mese di febbraio e marzo sono stati sottoposti a sequestro esemplari per un totale pari a circa 50mila euro.

L’attività dei finanzieri, sottolinea ulteriormente l’attenzione posta in essere dal Corpo della guardia di finanza nella repressione dei fenomeni illeciti in generale, a tutela della fede pubblica e del mercato dei capitali finalizzato al contrasto del falso nummario fenomeno che, in periodi di crisi di liquidità e stallo economico, come quello attuale, potrebbe diffondersi in larga scala.

L’attività delle fiamme gialle di Lauria, guidate dal tenente Marco Cappetta, ha impedito al soggetto di mettere in circolazione, banconote false con l’effetto di inquinare il sistema economico legale e la possibilità reale di truffare ignari cittadini. Proseguono le indagini per individuare i canali attraverso i quali i biglietti illecitamente fabbricati sarebbero stati immessi in circolazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?