Salta al contenuto principale

Scuola, i migliori dell'anno
Ecco i magnifici "100"

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 25 secondi

MATERA - Dopo  un lungo percorso scolastico durato cinque anni, finalmente è arrivato il meritato riposo per tanti ragazzi che hanno sostenuto gli esami di Stato, concludendo un iter formativo impegnativo e diplomandosi con il massimo dei voti.

L’esame  finale ma soprattutto il risultato lusinghiero hanno coronato una strada lunga ma entusiasmante.

Forti di un percorso impeccabile, tredici studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “G.B. Pentasuglia” di Matera hanno ottenuto all’esame finale 100 su 100, riempiendo di grande soddisfazione i docenti e il dirigente scolastico Teresa Vigorito.

Ha superato il test di Ingegneria dell’Informazione e organizzazione all’Università di Trento Angelo Rubino di Matera della classe V A Informatica. “Prog. Abacus.

«Sono stato sempre appassionato di informatica – ha detto Angelo – e mi auguro di poter fare in futuro una buona esperienza lavorativa, magari in un’azienda che mi dia la possibilità di avere un ruolo importante in ambito organizzativo; ho scelto Trento anche per stare vicino a mio padre che lavora in Trentino».

Ha scelto di frequentare la facoltà di Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano Giuseppe Mascellaro di Gravina in Puglia della V A Informatica, “Prog. Abacus”, decisamente soddisfatto dell’iter scolastico. «Questi  cinque anni – ha detto Giuseppe - mi hanno dato molto sia nella preparazione sia nei rapporti umani con i miei compagni di classe, con cui ho stretto un bellissimo rapporto, nonostante li abbia conosciuti al terzo anno, in seguito alla scelta di indirizzo per il triennio». Appassionati di Informatica anche Daniele Scaramuzzi e Erasmo Solazzo, entrambi di Santeramo, che hanno frequentato la classe VB Informatica“Prog. Abacus” .

«Ho scelto una facoltà – ha detto Daniele -  che fosse inerente al mio corso di studi, di cui sono pienamente soddisfatto sia dal punto di vista didattico, sia dal punto di vista dei rapporti con i docenti e con i miei compagni di classe; è una scelta che senza dubbio rifarei». L’impegno e la costanza negli studi hanno premiato anche Erasmo che ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto.

«E’ stato un iter formativo – ha detto lo studente – che mi ha permesso di raggiungere un’ottima preparazione in campo informatico, nel quale spero di potermi affermare».

Il timore per questi ragazzi, nonostante un quinquennio impeccabile, era di non riuscire a fare tutto bene e  invece grazie all’ impegno e alla costanza, ma soprattutto grazie alle loro capacità sono stati premiati.

Hanno concluso un percorso formativo importante, ma tutti hanno espresso il dispiacere di separarsi dai compagni di classe con cui hanno condiviso cinque anni; ma ora sono tutti pronti ad  investire in un futuro che ci si augura possa portare loro tante soddisfazioni.

matera@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?