Salta al contenuto principale

Si masturbavano davanti ai ragazzini
Beccati al lago di Pantano, denunciati

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 22 secondi
Come sempre i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno attraversato il territorio per garantire sicurezza e repressione dei reati. Il bilancio di Ferragosto è di cinque arresti, quindici denunce e 8 persone segnalate.
L’hanno chiamata “Ferragosto sicuro” ed è l’operazione di controllo del territorio durante la quale i carabinieri del comando provinciale di Potenza - coordinati dal colonnello Giuseppe Palma - hanno sequestrato quasi 1 chilo di droga. Nel corso delle attività comprese fra 14 e la giornata di ieri, sono stati effettuati complessivamente 919 servizi esterni e impiegati circa 1.800 carabinieri dell’intera provincia. 
Tra i casi più singolari, quello di Palazzo San Gervasio, dove i carabinieri della locale stazione e quelli del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Venosa hanno arrestato C.S. e B.L., di 21 e 18 anni, entrambi del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: sono stati trovati in possesso anche di munizioni. I due giovani, bloccati dai carabinieri e sottoposti a perquisizione, avevano 700 grammi di marijuana, già suddivisi in dosi. 
A Pignola, nei pressi della pista ciclabile di contrada Pantano, i carabinieri della compagnia di Potenza hanno denunciato alla procura della Repubblica due uomini accusati di atti osceni in luogo pubblico. Gli episodi erano stati segnalati dai frequentatori dell’area verde: i cittadini avevano segnalato che nel corso del pomeriggio erano stati notati, in due momenti diversi, alcuni uomini intenti a masturbarsi e mostrare le loro parti intime ai frequentatori, soprattutto minorenni, del parco attorno al lago. Dopo alcune indagini e il ricorso anche alle videocamere a circuito chiuso della zona, i carabinieri hanno denunciato due potentini, entrambi 55enni, riconosciuti anche da numerosi frequentatori dell’area.
Nella giornata di Ferragosto anche il Vulture è stato interessato da diverse operazioni di repressione die reati, oltre che di controllo del territorio. I carabinieri della compagnia di Venosa, al comando del capitano Vincenzo Varriale, si sono concentrati in particolare sul contrasto allo spaccio. A Palazzo San Gervasio hanno stretto il cerchio intorno a tre giovanissimi spacciatori, tutti del luogo, denunciandoli in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione dell’auto sono stati trovati in possesso di 10 grammi di droga (marijuana e hashish) che è stata naturalmente posta sotto sequestro. 
A Lavello, i militari della locale stazione, hanno arrestato T.S. 27enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione i militari hanno trovato 20 grammi di marijuana, pronta per essere immessa sul mercato, e del denaro contante, presumibile provento dell’attività di spaccio.

Come sempre i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno attraversato il territorio per garantire sicurezza e repressione dei reati. Il bilancio di Ferragosto è di cinque arresti, quindici denunce e 8 persone segnalate.L’hanno chiamata “Ferragosto sicuro” ed è l’operazione di controllo del territorio durante la quale i carabinieri del comando provinciale di Potenza - coordinati dal colonnello Giuseppe Palma - hanno sequestrato quasi 1 chilo di droga. Nel corso delle attività comprese fra 14 e la giornata di ieri, sono stati effettuati complessivamente 919 servizi esterni e impiegati circa 1.800 carabinieri dell’intera provincia. 

Tra i casi più singolari, quello di Palazzo San Gervasio, dove i carabinieri della locale stazione e quelli del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Venosa hanno arrestato C.S. e B.L., di 21 e 18 anni, entrambi del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: sono stati trovati in possesso anche di munizioni. I due giovani, bloccati dai carabinieri e sottoposti a perquisizione, avevano 700 grammi di marijuana, già suddivisi in dosi. 

A Pignola, nei pressi della pista ciclabile di contrada Pantano, i carabinieri della compagnia di Potenza hanno denunciato alla procura della Repubblica due uomini accusati di atti osceni in luogo pubblico. Gli episodi erano stati segnalati dai frequentatori dell’area verde: i cittadini avevano segnalato che nel corso del pomeriggio erano stati notati, in due momenti diversi, alcuni uomini intenti a masturbarsi e mostrare le loro parti intime ai frequentatori, soprattutto minorenni, del parco attorno al lago. 

Dopo alcune indagini e il ricorso anche alle videocamere a circuito chiuso della zona, i carabinieri hanno denunciato due potentini, entrambi 55enni, riconosciuti anche da numerosi frequentatori dell’area.Nella giornata di Ferragosto anche il Vulture è stato interessato da diverse operazioni di repressione die reati, oltre che di controllo del territorio. I carabinieri della compagnia di Venosa, al comando del capitano Vincenzo Varriale, si sono concentrati in particolare sul contrasto allo spaccio. 

A Palazzo San Gervasio hanno stretto il cerchio intorno a tre giovanissimi spacciatori, tutti del luogo, denunciandoli in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione dell’auto sono stati trovati in possesso di 10 grammi di droga (marijuana e hashish) che è stata naturalmente posta sotto sequestro. A Lavello, i militari della locale stazione, hanno arrestato T.S. 27enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione i militari hanno trovato 20 grammi di marijuana, pronta per essere immessa sul mercato, e del denaro contante, presumibile provento dell’attività di spaccio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?