Salta al contenuto principale

Il turismo offerto in tutti i sensi
Nel Materano l'accoglienza sostenibile

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 37 secondi
DI turismo sostenibile si parla poco ma rappresenta un settore in crescita costante, come confermano le presenze in città anche nel periodo ferragostano. In questo settore si sta sempre più ritagliando un ruolo significativo  Sassi & Murgia, nata come associazione culturale di promozione e tutela dei Sassi e oggi divenuta riferimento per le comitive che da tutta Italia scelgono Matera per le loro visite. 
E’ il caso di un gruppo di cittadini piemontesi sordi che si sono fermati nella città dei Sassi nel periodo di ferragosto. Tra di loro, come si vede nella foto pubblicata in pagina, c’era anche Lorenzo Laudo fondatore di Vlog Viaggi e Olivier Fidalgo esperto di accessibilità e di visite guidate. 
Luca Petruzzellis ha fatto di questo ambito turistico un patrimonio su cui investire per trasformarlo in opportunità professionale. 
Il tema del turismo sostenibile, rivolto a coloro che hanno handicap e che rischiano di rimanere esclusi dai circuiti tradizionali, è diventato infatti uno dei suoi impegni principali. 
E’ accaduto infatti alcuni mesi fa quando l’associazione chiese all’amministrazione comunale di prevedere l’esenzione della tassa d’ingresso e di soggiorno per i disabili. Proposta che il 30 luglio scorso, in fase di approvazione del bilancio, è stata approvata. 
Petruzzellis dimostra, così, di avere a cuore al tempo stesso le sorti della sua città, garantendole turisti da tutta Italia affascinati dalla storia millenaria della città e dall’altro soddisfacendo le esigenze di una fetta di utenti spesso considerata a torto un problema piuttosto che una risorsa. 
Il risultato di questa scelta sono state giornate in cui due differenti mondi si sono confrontati in un’atmosfera del tutto speciale come quella dei Sassi e della Murgia. 
Le foto che pubblichiamo e che si trovano anche sul sito dell’associazione,  dimostrano che il trekking e le visite guidate nei luoghi più suggestivi, a volte, non hanno bisogno di parole per essere apprezzati. 
La bellezza di un luogo, raccontata con il linguaggio dei gesti, è altrettanto efficace e non esclude persone per le quali il paesaggio della Murgia o gli affreschi duna chiesa rupestre diventano un modo alternativo per entrare nella storia di un luogo. 
Anche in questi giorni le visite proseguono e le prenotazioni da tutta Italia si susseguono. 
Interessante visitare il sito di Sassi&Murgia su Facebook dove chi ha visitato Matera ne porta il ricordo anche dopo la partenza. Le testimonianze riguardano anche il servizio reso dalle guide di Sassi&Murgia. 
Un modo diverso per promuovere e valorizzare il territorio e dimostrare che l’handicap non è un limite. 
Antonella Ciervo

DI turismo sostenibile si parla poco ma rappresenta un settore in crescita costante, come confermano le presenze in città anche nel periodo ferragostano. In questo settore si sta sempre più ritagliando un ruolo significativo  Sassi & Murgia, nata come associazione culturale di promozione e tutela dei Sassi e oggi divenuta riferimento per le comitive che da tutta Italia scelgono Matera per le loro visite. E’ il caso di un gruppo di cittadini piemontesi sordi che si sono fermati nella città dei Sassi nel periodo di ferragosto. Tra di loro, come si vede nella foto pubblicata in pagina, c’era anche Lorenzo Laudo fondatore di Vlog Viaggi e Olivier Fidalgo esperto di accessibilità e di visite guidate. Luca Petruzzellis ha fatto di questo ambito turistico un patrimonio su cui investire per trasformarlo in opportunità professionale. Il tema del turismo sostenibile, rivolto a coloro che hanno handicap e che rischiano di rimanere esclusi dai circuiti tradizionali, è diventato infatti uno dei suoi impegni principali. E’ accaduto infatti alcuni mesi fa quando l’associazione chiese all’amministrazione comunale di prevedere l’esenzione della tassa d’ingresso e di soggiorno per i disabili. Proposta che il 30 luglio scorso, in fase di approvazione del bilancio, è stata approvata. Petruzzellis dimostra, così, di avere a cuore al tempo stesso le sorti della sua città, garantendole turisti da tutta Italia affascinati dalla storia millenaria della città e dall’altro soddisfacendo le esigenze di una fetta di utenti spesso considerata a torto un problema piuttosto che una risorsa. Il risultato di questa scelta sono state giornate in cui due differenti mondi si sono confrontati in un’atmosfera del tutto speciale come quella dei Sassi e della Murgia. Le foto che pubblichiamo e che si trovano anche sul sito dell’associazione,  dimostrano che il trekking e le visite guidate nei luoghi più suggestivi, a volte, non hanno bisogno di parole per essere apprezzati. La bellezza di un luogo, raccontata con il linguaggio dei gesti, è altrettanto efficace e non esclude persone per le quali il paesaggio della Murgia o gli affreschi duna chiesa rupestre diventano un modo alternativo per entrare nella storia di un luogo. Anche in questi giorni le visite proseguono e le prenotazioni da tutta Italia si susseguono. Interessante visitare il sito di Sassi&Murgia su Facebook dove chi ha visitato Matera ne porta il ricordo anche dopo la partenza. Le testimonianze riguardano anche il servizio reso dalle guide di Sassi&Murgia. Un modo diverso per promuovere e valorizzare il territorio e dimostrare che l’handicap non è un limite. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?