Salta al contenuto principale

Diga di San Giuliano
Trenta rapaci tornano liberi

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi
Trenta uccelli rapaci, curati presso il Centro recupero animali selvatici  cioè il Cras della Riserva di San Giuliano  sono stati liberati in serata a Miglionico  per favorire il ripopolamento di queste specie nel comprensorio. 
Lo ha reso noto il responsabile del Centro, Matteo Visceglia.
I volatili liberati, tutti inanellati per favorire la loro individuazione, sono in prevalenza falchi grillai. 
Due sono gheppi e uno è barbagianni. Nei giorni scorsi erano stati liberati anche tre gufi. 
L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto estivo di socializzazione “Aquilone”, che a Miglionico coinvolge ragazzi di età compresa tra sei e 13 anni. Al Cras di San Giuliano sono giunti da gennaio a oggi 280 animali feriti, la metà dei quali falchi grillai - specie protetta e simbolo del Parco della Murgia - che vanta solo a Matera e Montescaglioso oltre mille coppie di esemplari, ospitate sui tetti e nei nidi dei centri storici: “La liberazione di animali selvatici - ha detto Visceglia - simboleggia la libertà che va garantita a tutti i viventi e il valore del rispetto della natura, in una prospettiva di tutela e valorizzazione della biodiversità.  Solo un territorio ricco di biodiversità, animali e paesaggi integri è un territorio sano e spendibile anche sul piano turistico e culturale”. 

Trenta uccelli rapaci, curati presso il Centro recupero animali selvatici  cioè il Cras della Riserva di San Giuliano  sono stati liberati in serata a Miglionico  per favorire il ripopolamento di queste specie nel comprensorio. 

Lo ha reso noto il responsabile del Centro, Matteo Visceglia.I volatili liberati, tutti inanellati per favorire la loro individuazione, sono in prevalenza falchi grillai. Due sono gheppi e uno è barbagianni. 

Nei giorni scorsi erano stati liberati anche tre gufi. L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto estivo di socializzazione “Aquilone”, che a Miglionico coinvolge ragazzi di età compresa tra sei e 13 anni. 

Al Cras di San Giuliano sono giunti da gennaio a oggi 280 animali feriti, la metà dei quali falchi grillai - specie protetta e simbolo del Parco della Murgia - che vanta solo a Matera e Montescaglioso oltre mille coppie di esemplari, ospitate sui tetti e nei nidi dei centri storici: “La liberazione di animali selvatici - ha detto Visceglia - simboleggia la libertà che va garantita a tutti i viventi e il valore del rispetto della natura, in una prospettiva di tutela e valorizzazione della biodiversità.  Solo un territorio ricco di biodiversità, animali e paesaggi integri è un territorio sano e spendibile anche sul piano turistico e culturale”. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?