Salta al contenuto principale

Ondata di furti e scippi a Matera, un arresto e sei denunce

Basilicata
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Interventi di polizia e carabinieri
Tempo di lettura: 
2 minuti 38 secondi

MATERA – Un georgiano di 40 anni è stato arrestato e altre cinque persone sono state denunciate dalla Polizia, a Matera, a conclusione di indagini su alcuni furti e uno scippo avvenuti in città negli ultimi giorni. Il georgiano è stato arrestato a Cassano delle Murge (Bari). Con un complice, ha rubato alcuni oggetti preziosi in un appartamento: poco dopo, uno dei due è tornato nella casa per prendere una cassaforte ma è stato scoperto dalla proprietaria, che ha così potuto anche annotare la targa della loro auto. Nell’abitazione dell’uomo arrestato, gli agenti della squadra mobile materana hanno trovato 1.900 dollari e altra refurtiva.

Per lo scippo a una donna di 75 anni, avvenuto in via Lucana, la Polizia ha denunciato una donna di 30 anni, tossicodipendente, che ha collaborato per far ritrovare la borsetta rubata. Infine, i quattro minorenni denunciati (tre sono di Matera, uno è georgiano) sono ritenuti responsabili di alcuni furti fatti in negozi che vendono articoli per la casa.

Sempre oggi, con l’accusa di furto aggravato, i Carabinieri hanno denunciato un uomo di 41 anni scoperto a rubare tubi di ferro in un fabbricato in disuso nella zona industriale «La Martella» di Matera. Durante un controllo i militari dell’Arma hanno fermato l'uomo mentre stava tagliando e asportando i tubi. Il 41enne stava agendo con un gruppo elettrogeno, una tagliatrice elettrica e altri arnesi da scasso: tutto il materiale utilizzato per il furto e i tubi sono stati posti sotto sequestro.

Anche il Potentino è interessato da diverse settimane da fenomeni simili: gli ultimi episodi riguardano Satriano e Savoia di Lucania, mentre ieri a Baragiano ci sono stati due arresti. Nei giorni scorsi ad Avigliano qualcuno aveva rilanciato la necessità di prevedere un sistema di videosorveglianza di sicurezza, ipotesi confermata anche dal sindaco del capoluogo, Dario De Luca, che ha anche quantificato il costo dell'intervento da effettuarsi nel centro storico: 35mila euro l'anno. 

Proprio per il sindaco di Avigliano, Vito Summa, "gli ultimi eventi verificatisi in serata nelle frazioni di Avigliano e Pietragalla, culminate con l’esplosione di colpi di arma da fuoco all’indirizzo di un cittadino che al rientro nella propria abitazione si è trovato faccia a faccia con i ladri, segnalano ormai una pericolosa escalation che ha superato ogni soglia di sopportazione. Il clima diffuso di paura e angoscia in cui vivono i residenti per il susseguirsi di furti nelle abitazioni, più volte espresso in tutte le forme possibili, e da ultimo con una petizione, richiede una valutazione puntuale ed immediata da parte degli organi di polizia, istituzioni locali e forze dell’ordine. Temi che si ritiene debbano essere affrontati nell’ambito del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di cui si chiede la convocazione urgente e al quale lo scrivente chiede di poter partecipare, per la definizione immediata di azioni concrete che possano restituire serenità alle nostre popolazioni e ristabilire condizioni di sicurezza e ordine pubblico nei nostri territori. Con l’occasione - conclude Summa - si chiede di poter aderire al protocollo d’intesa “Mille occhi sulla città”, al fine di assicurare, di concerto con gli altri organi istituzionali, una maggiore sorveglianza sul territorio per la prevenzione della microcriminalità garantendo una maggiore percezione di sicurezza ai cittadini".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?