Salta al contenuto principale

Processo Nibbio 2, tre condanne per usura a Potenza

Basilicata
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il tribunale di Potenza
Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

POTENZA - Il Tribunale di Potenza ha condannato a cinque anni di reclusione Matteo Di Palma, a quattro anni di reclusione Nicola Giordano e a tre anni Gerardo Vernotico, tre dei cinque imputati nel processo relativo all’inchiesta della Procura del capoluogo lucano «Nibbio 2» su un giro d’usura ai danni di un imprenditore del capoluogo lucano. Per il quarto imputato, Gerardo Avigliano, è stata disposta l'assoluzione «perché il fatto non sussiste», mentre per Vito Zaccagnino è stata dichiarata la prescrizione.

L’inchiesta riguardava i presunti «finanziatori occulti» che sostennero il boss Renato Martorano per la concessione di prestiti a un imprenditore di Potenza: dalle indagini emersero anche alcuni «pizzini» ritrovati nel 2008, che avrebbero dimostrato, secondo gli inquirenti, l’identità di alcuni di questi finanziatori.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?