Salta al contenuto principale

Fca Melfi, dopo un 2016 nero anche il nuovo anno inizia con la cassa integrazione

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Lo stabilimento Fiat Chrysler a Melfi (PZ)
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

MELFI (PZ) – “Fca ha comunicato ai sindacati che lo stabilimento di Melfi (Potenza), si fermerà ancora nel periodo dal 23 gennaio al 10 febbraio 2017 con un nuovo periodo di cigo per tutti i dipendenti impegnati nel ciclo produttivo della Grande Punto” (LEGGI I PRECEDENTI NELL'ANNO CHE STA PER CHIUDERSI).  Lo rende noto il segretario regionale dell’Ugl industria, Pino Giordano. 

LO STABILIMENTO CHE TRAINA l'EXPORT GRAZIE A JEEP E 500X

Per il sindacalista “il nuovo ciclo di Cigo conferma che sempre più forte è la richiesta dell’Ugl di Basilicata, nell’invitare il Lingotto a stabilire per la Basilicata un nuovo modello di vettura nonostante ancora oggi per l’Fca, con gli infiniti e vari appelli dell’Ugl, la Politica locale e regionale rimane assente in un territorio che necessiterebbe di tante realtà Fca Lucane per il bene dell'economia, un'economia paralizzata. L'Ugl ritiene ancora oggi – aggiunge il sindacalista - che lo stabilimento Lucano potrebbe essere a rischio poiché manca un progetto di rilancio a garanzia della produzione e dei livelli occupazionali, priorità fondamentali in un momento così difficile. 

Il futuro del sito di Melfi va garantito – conclude il segretario industria Ugl –. L’auspicio Ugl è che si vada avanti con un nuovo progetto ed un investimento da affiancare al modello Jeep, binomi che venendone meno, potrebbero malauguratamente cambiare anche le garanzie esistenziali per Melfi dove, vige un dubbioso silenzio”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?