Salta al contenuto principale

Coca-Cola e Basilicata, un binomio da 7 milioni di euro e quasi 300 lavoratori

Basilicata
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

MILANO – Nel 2015 Coca-Cola ha generato e distribuito in Italia risorse complessive per 813 milioni di euro, pari allo 0,05% del Pil. Lo evidenzia una ricerca di Sda Bocconi, che fotografa l’impatto economico e occupazionale di Coca-Cola all’interno del sistema economico italiano. Degli 813 milioni di euro di valore generato, precisa la ricerca, 133 milioni sono stati distribuiti alle famiglie (tra salari e stipendi erogati ai propri dipendenti), 275 milioni alle imprese (sono oltre mille i fornitori) e 405 milioni allo Stato (389 milioni solo da imposte sui prodotti). Sul fronte occupazionale, sono 25.610 i posti di lavoro diretti e indiretti creati da Coca-Cola in Italia (lo 0,11% della forza lavoro totale), mentre salgono a circa 60mila le persone che dipendono parzialmente o totalmente dai reddito da lavoro generati dall’azienda. Lo studio della Bocconi colloca Coca-Cola al primo posto nell’industria delle bibite per risorse generate e distribuite all’interno del sistema economico, con il 32,6% (pari a 2.582 milioni di euro) delle risorse totali di un settore che comprende 313 imprese. Coca-Cola è il primo attore anche nell’industria delle bevande, con il 7,2% (pari a 13.001 milioni di euro) delle risorse totali di un comparto che conta 2.135 imprese.

La ricerca, presentata oggi a Milano, evidenzia anche come la percentuale di donne che lavorano in Coca-Cola è superiore rispetto alla media delle imprese attive, sia a livello di quadri (43% contro il 28%) e sia di dirigenti (30% rispetto al 14%). Le retribuzioni dei dipendenti diretti di Coca-Cola sono mediamente superiori rispetto a quelle italiane a parità di qualifica professionale, mentre si registra una minore sperequazione tra la remunerazione dei dirigenti e quella delle altre qualifiche professionali rispetto alla media delle imprese italiane. Passando al focus per Regione, Coca-Cola distribuisce in totale 147 milioni di euro all’interno della Lombardia, 58 milioni di euro al Veneto, 35 milioni di euro in Abruzzo, 27 milioni di euro in Campania e 7 milioni di euro in Basilicata. Per quanto riguarda l’impatto occupazionale, Coca-Cola contribuisce, direttamente e indirettamente, all’occupazione di 15.805 lavoratori in Lombardia, 4.114 in Abruzzo, 1.428 lavoratori in veneto, 971 in Campania e 278 in Basilicata (stabilimento di Rionero in Vulture).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?